PROGETTI

Crisci Ranni, cantiere educativo.

Modica, in provincia di Ragusa, si insegna a bambini e ragazzi a giocare e crescere insieme.

Condividi

x

C’è un Paese che in doposcuola e parrocchie accoglie e insegna a guardare lontano.

Centro educativo che coinvolge più di 150 giovani. Si aiutano i ragazzi fare i compiti, a imparare regole attraverso lo sport, a sperimentare la creatività, nel segno dell’integrazione e del rispetto reciproco nella comunità. D’estate viene organizzato un grande centro estivo frequentato da centinaia di giovani.

00:05 La scommessa di “Crisci Ranni” è quella di rivolgersi a tutti i bambini della città

00:09 a tutti i giovani a tutte le famiglie della città.

00:12 Lui è il mio amico del cuore.

00:14 E lui è il mio amico del cuore.

00:16 I bambini vengono aiutati

00:18 a ritrovare dignità attraverso lo studio.

00:20 Poi possono giocare.

00:21 Ho scoperto un mondo che

00:22 in qualche modo mi ha cambiata.

00:25 Qua siamo tutti uguali

00:27 non facciamo differenze tra l’uno e l’altro.

00:36 II quartiere è un quartiere storico a rischio di disagio giovanile

00:40 il cosidetto “Quartiere della Fontana" o della "Vignazza”

00:43 in questo quartiere nel tempo

00:45 un quartiere che si è spopolato

00:47 c'è una grande presenza soprattutto di

00:49 famiglie con difficoltà o famiglie straniere.

00:55 Grazie al contributo dell’8xmille

00:59 abbiamo un po’ delineato il senso del progetto:

01:03 un luogo educativo

01:04 per ripensare la città dalle sue periferie

01:09 integrare i tessuti relazionali

01:12 e dare una prospettiva di futuro soprattutto alle nuove generazioni.

01:16 Bisognava dare un nome al progetto

01:18 e ci siamo ricordati di un antico rito

01:20 “Crisci Ranni”

01:23 Il sabato santo

01:26 quando si slegavano

01:27 in siciliano "si sciugliano" le campane

01:31 nelle famiglie i genitori lanciavano in alto i bambini gridando:

01:34 «Crisci Ranni»

01:35 Non è un augurio soltanto

01:37 è un imperativo: devi crescere grande.

01:40 Prima si inizia alle 15.30 a fare i compiti

01:42 poi verso le 17.30 si inizia a giocare.

01:46 Ci sono gli amici

01:49 si parla di famiglia.

01:50 Io vengo da un Paese diverso

01:53 che è il Marocco.

01:54 Però penso che..

01:56 Tutti gli amici possono essere lo stesso amici

01:58 anche se uno viene da un Paese diverso.

02:03 Scopriamo cose nuove, facciamo nuove conoscenze

02:06 nuove tradizioni nuove culture.

02:08 Quindi qua la differenza non si nota neanche.

02:11 Hanno tantissimi sogni

02:15 tantissime aspettative sul loro futuro.

02:17 Ed è stato bellissimo vederli giocare insieme

02:19 perché comunque vanno d'accordo.

02:21 È come se queste nuove generazioni

02:25 non abbiano difficoltà a relazionarsi tra di loro

02:27 mentre invece magari per i più grandi è diverso.

02:33 Partono già con dei pregiudizi che i bambini non hanno.

02:37 E poi l'altro momento importante è quello estivo

02:41 in cui “Crisci Ranni” si apre nel vero senso della parola a tutta la città

02:44 attraverso il GREST che negli anni è passato dai 18 partecipanti del 2010

02:51 quest'anno ad avere 250 bambini

02:55 cento ragazzi adolescenti che prestano il loro servizio

03:00 prestano il loro tempo per un mese e mezzo continuato

03:03 quasi tutti giorni

03:05 per dare una mano ai ragazzi e ai bambini che frequentano le attività del GREST estivo.

03:24 Dopo tanti anni questo obiettivo è stato centrato

03:28 riuscire a dare una dignità

03:30 riuscire a far sentire importanti i ragazzi e i bambini che frequentano “Crisci Ranni”.

03:40 Due amici del cuore.

I numeri del progetto

2010

inizio del progetto.

124

bambini seguiti con sostegno scolastico nel triennio.

4.240

bambini raggiunti attraverso attività extra scolastiche.

5

operatori dedicati alle attività educative.

9

scuole del territorio coinvolte.

300

giovani volontari coinvolti.

I valori del progetto

Bambini al centro.

In inverno, Crisci Ranni è un doposcuola dove si aiutano i bambini a studiare, ma è anche un posto dove poter giocare insieme. In estate, si trasforma in un grande centro estivo all’aperto, che anima l’intera cittadina e coinvolge centinaia di bambini e adolescenti.

La forza dell’integrazione.

I bambini che frequentano le attività di Crisci Ranni provengono principalmente da un quartiere del centro storico di Modica a forte rischio di disagio giovanile e con una forte presenza di famiglie in difficoltà. Una delle cose più belle che si sperimenta qui è lo stare insieme nonostante le differenze, scoprendo nuove culture e nuove tradizioni.

Recupero del degrado.

Il centro educativo sorge in luoghi che fino a qualche anno fa versavano in uno stato di totale abbandono, e che ora sono stati bonificati e restituiti alla città. Iniziativa portata avanti nel nome di Don Pino Puglisi che, attraverso giochi e laboratori, cercava di allontanare i bambini poveri che vivevano in strada dal vortice della mafia.

Dove Siamo

Cantiere educativo collocato tra la parte alta e bassa della città di Modica, nell’area attrezzata “Padre Basile” in via Fontana, uno dei polmoni verdi della città.

Dettaglio

Regione
Sicilia
Diocesi
Noto
Località
Modica RG
Ambito
Carità
Destinati
€ 80.000
Anno: 
2010
Sito

Vai alla mappa 8xmille
per conoscere altri progetti

Ti potrebbe interessare:

Aci Sant’Antonio (CT)

C.A.S.A. Centro Accoglienza Sant’Antonio, accoglienza notturna.

Zomba (MALAWI)

Scuola primaria per i bambini poveri.

Ladispoli (RM)

Mensa della Caritas diocesana.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?