PROGETTI

Casa “Respiro”, accoglienza per persone con difficoltà psicologica.

Treviso, le persone con disagio psicologico si curano tra sorrisi e laboratori creativi.

Condividi

x

C’è un Paese dove i disabili non sono persone diverse, ma persone speciali.

Cohousing sociale per giovani e adulti in difficoltà psicologica o con lieve disagio mentale, che hanno bisogno di staccarsi per un breve periodo dalla famiglia. Offre stimoli per riprendere in mano la propria vita partendo dal lavoro, dalla formazione, dalla socialità. C’è anche un orto sinergico.

00:05 Mi ero licenziato da lavoro

00:06 perché non ce la facevo più con la malattia.

00:08 Mi serviva un posto nuovo dove partire.

00:12 La fragilità mentale è un tipo di disabilità che non si vede.

00:18 Dopo Don Mario si è inventato di fare Casa Respiro.

00:23 Ho preso la decisione di vivere insieme ai ragazzi

00:29 cioè di abitare insieme.

00:36 Ho conosciuto Casa Respiro nel 2014

00:41 quando mi sono trovato in difficoltà psicologiche.

00:43 Son stato anch’io a Casa Respiro

00:48 per sei mesi un anno qualche anno fa

00:50 perché ho avuto dei problemi con la famiglia.

00:54 Sono arrivato in questa Casa dopo aver fatto un percorso di comunità

00:59 di 3 anni

01:01 perché ho avuto dei problemi.

01:04 C’è una modalità residenziale

01:07 quindi io vivo con cinque sei ragazzi

01:12 che hanno bisogno di staccarsi dalla famiglia

01:14 per un periodo a volte di un anno, di due anni

01:16 questo sempre in accordo con un progetto

01:19 dove si coinvolgono le famiglie e i servizi.

01:22 E da una parte c’è anche una modalità diurna

01:26 noi abbiamo una trentina di ragazzi che hanno bisogno

01:29 di incontrare delle persone fuori dal contesto familiare

01:32 che a volte può essere pesante.

01:35 Svolgiamo dei laboratori di manualità come la ceramica

01:39 il cucito

01:41 laboratori di cucina

01:45 e laboratori di piccola falegnameria.

01:48 Sono tutte cose finalizzate

01:50 non soltanto alla socializzazione e al farci stare insieme

01:53 ma anche servono ad autofinanziarci.

01:58 Dopo qui il sabato sera facciamo anche delle feste

02:02 “Makramè” si chiamano

02:04 dove viene molta gente.

02:06 Come il makramè è un incrocio di fili

02:09 sottili e preziosi

02:10 quello che noi cerchiamo di fare con le nostre serate

02:12 è di mettere insieme persone diverse, talenti diversi.

02:18 È una cosa che aiuta anche le persone

02:21 a superare lo stigma che c’è sulla salute mentale.

02:24 Benvenuti in Casa Respiro!

02:29 Poter venire qui e essere me stesso

02:31 dare quello che riesco a fare

02:33 senza preoccuparmi di essere giudicato per questo

02:37 mi dà una maniera di essere più autentico

02:40 più realizzato nella vita.

02:42 Il fatto di essere visti li aiuta molto

02:45 quanto meno ad andare avanti o comunque

02:51 a continuare nelle loro battaglie quotidiane.

02:55 Qua si fa quello che uno si sente

02:58 non si è sottomessi a qualcosa no

03:02 si è un po’ liberi.

03:04 Spazi all’aperto

03:05 una sala grande per i momenti delle feste

03:09 della musica, della cultura

03:11 una cucina grande che è fondamentale per noi

03:15 questo è stato grazie anche all’impulso e all’ausilio dell’8xmille.

I numeri del progetto

60

soci fondatori e volontari.

50

persone accolte in residenza diurna e notturna.

20

laboratori didattici.

400

persone partecipanti ai laboratori.

250

bambini coinvolti nelle scuole.

200

eventi culturali con centinaia di artisti e migliaia di persone di pubblico.

I valori del progetto

La socializzazione.

Tanti sono i laboratori attivi: dalla ceramica al cucito, dalla cucina alla falegnameria, fino alle varie espressioni artistiche e creative. Un vivaio di attività finalizzate alla socializzazione e all’autofinanziamento. In tutte le iniziative si coinvolgono quanto più possibile le famiglie e le scuole del territorio, per sensibilizzarle sul tema della salute mentale.

Persone diverse insieme.

Il Makramè è un incrocio di fili sottili e preziosi; Makramè sono le serate culturali che si svolgono in Casa Respiro e che mettono insieme gli ospiti della Casa, le persone comuni e tanti artisti. Il confronto è un forte aiuto per i disabili, che possono così imparare a vivere serenamente la quotidianità superando l’incertezza, l’isolamento e la solitudine.

Un orto sinergico.

In Casa Respiro c’è un orto sinergico: nello stesso bancale sono coltivate piante differenti, e ciascuna aiuta l’altra a crescere; anche le erbacce sono utili al terreno. Allo stesso modo, nella Casa persone diverse si aiutano a vicenda, sostenendosi e confrontandosi, in un’esperienza di vita al di fuori del contesto familiare e assistenzialistico.

Dove Siamo

A Morgano, in provincia di Treviso, in via Munara, 4.

Dettaglio

Regione
Triveneto
Diocesi
Treviso
Località
Morgano TV
Ambito
Carità
Destinati
€ 88.330
Anno: 
2018
Sito

Vai alla mappa 8xmille
per conoscere altri progetti

Ti potrebbe interessare:

Ladispoli (RM)

Mensa della Caritas diocesana.

Amatrice

Emergenza Terremoto

Cerreto Sannita (BN)

Casa delle donne, accoglienza per donne in difficoltà.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?