PROGETTI

Alma Mater, casa accoglienza per i malati e le loro famiglie.

Catanzaro, c’è chi con coraggio e delicatezza si prende cura dei malati.

Condividi

x

C’è un Paese dove chi lotta contro una malattia non è lasciato solo a lottare.

Ospitalità ai malati e alle loro famiglie provenienti da lontano, in 5 mini-appartamenti. Sono attivi servizi di ascolto e supporto logistico e psicologico, assistenza ospedaliera diurna e notturna, trasporto in ospedale.

00:05 La Casa accoglie innanzitutto persone che

00:09 vivono questo problema del cancro, del tumore.

00:14 E già avere la possibilità di essere accolti in una struttura

00:17 e rimanere vicini per periodi molto lunghi

00:19 per loro è già tanto.

00:20 Proprio come un sostegno, un sollievo, un qualcosa di delicato

00:25 senza invadere quella che è la loro sensibilità e il loro dolore.

00:35 Sono persone che devono fare la chemioterapia, la radioterapia

00:38 e ci sono anche dei casi in cui invece

00:43 queste persone sono ricoverate stabilmente negli ospedali

00:48 e hanno bisogno di essere assistiti dai loro familiari

00:51 che vengono da lontano

00:53 e non hanno la possibilità

00:55 di pagare degli alberghi, degli hotel

00:57 perché tra l’altro si tratta di periodi di degenza anche molto lunghi.

01:04 Io sono un educatore professionale

01:06 in questo progetto coordinatrice e responsabile di un’equipe di 4 persone.

01:11 Insieme a me, coordiniamo e coadiuviamo i lavori

01:15 un’assistente sociale, un operatore O.S.

01:18 e una psicologa.

01:20 Insieme ci occupiamo di accogliere queste persone

01:24 che hanno necessità e bisogno

01:26 non solo per una situazione prettamente sanitaria

01:29 ma purtroppo anche economica.

01:35 Ci siamo trovati a fronteggiare delle situazioni di padri

01:39 che si trovavano a dover dormire nelle auto

01:43 perché le mamme facevano i turni in ospedale

01:46 e loro non si potevano permettere di viaggiare.

01:49 Ci sono situazioni di persone sole

01:51 che fronteggiano comunque la malattia il cancro

01:55 e in questo cerchiamo di essere presenti

01:57 quindi una rotazione quasi continua al giorno

02:03 e diamo disponibilità anche la notte

02:04 qualora ci dovessero chiamare.

02:07 Altro punto importante

02:09 è mantenere uno Sportello di Segretariato sociale

02:11 per dare tutte le informazioni

02:15 di cui le famiglie ospitate hanno bisogno

02:17 soprattutto per quanto riguarda l’assistenza domiciliare

02:20 oppure avere la possibilità dei farmaci

02:23 visto che alcuni sono molto costosi

02:26 o terapie varie

02:27 oppure la possibilità come spesso accade

02:30 di dover trasferire gli ospiti accolti nei nostri ospedali

02:35 in centri più specializzati

02:37 soprattutto quando parliamo di bambini

02:39 con malattie oncologiche molto particolari.

02:54 Questo è stato possibile grazie all’aiuto che ci proviene

02:58 dai fondi CEI 8xmille

03:01 che ci hanno consentito di organizzare

03:04 di realizzare un progetto molto articolato

03:09 ma soprattutto di impegnare delle figure professionali

03:13 e quindi retribuite regolarmente

03:15 che possano gestire la Casa in modo intelligente

03:19 rispondendo alle attese e alle aspettative

03:22 delle persone che la vivono.

I numeri del progetto

80

accoglienze.

5

appartamenti adibiti all’accoglienza.

9

operatori e volontari impegnati nel progetto.

13

incontri di sostegno alle famiglie.

10

incontri di Auto Mutuo Aiuto per le famiglie ospiti della Casa.

I valori del progetto

Vicini alle famiglie.

La Casa accoglie pazienti che devono sottoporsi a cure ospedaliere, e le loro famiglie, che non hanno la possibilità economica di sostenere spese di viaggio e di pernottamento lontano da casa, spesso anche per periodi piuttosto lunghi.

Assistenza a tutto tondo.

Lo Sportello di segretariato sociale dà informazioni e supporto a 360° agli ospiti della struttura: i servizi offerti vanno dall’assistenza domiciliare e ospedaliera, al trasferimento da/per l’ospedale, fino alla possibilità di reperire farmaci, a volte molto costosi.

Dignità nella sofferenza.

Grazie al supporto di una psicologa, si aiutano i degenti e le loro famiglie a fronteggiare una malattia che spesso non è semplice da accettare. La sfida è entrare delicatamente, in punta di piedi e dare un sostegno, un sollievo, senza invadere la sensibilità e il dolore della persona.

Dove Siamo

A Catanzaro, città tra i due mari, in via Bambinello Gesù 26, quartiere Pontepiccolo.

Dettaglio

Regione
Calabria
Diocesi
Catanzaro - Squillace
Località
Catanzaro
Ambito
Carità
Destinati
€ 70.000

Vai alla mappa 8xmille
per conoscere altri progetti

Ti potrebbe interessare:

Treviso

Casa “Respiro”, accoglienza per persone con difficoltà psicologica.

Agrigento

Restauro cattedrale di San Gerlando.

Zomba (MALAWI)

Scuola primaria per i bambini poveri.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?