MAPPA 8XMILLE

Stai cercando un progetto in particolare?

Consulta la lista completa dei progetti in Italia e nel mondo e filtra per ambito di intervento, Regione, Diocesi o parola chiave.

Esplora:

Scegli uno o più filtri:

Ci sono 14605 progetti finanziati in Italia

GrossetoLuci sull'ombra - II anno
Indietro

Luci sull'ombra - II anno

Regione
Toscana
Diocesi
Grosseto
Località
Grosseto
Ambito
Carità
Destinati
€ 100.000
Anno
dal 2017 al 2019
Sito
lnx.caritasgrosseto.org
Condividi
Il progetto, proposto in seconda e terza annualità, prevede lo sviluppo delle attività della Caritas sulla città di Grosseto, per l'intercettazione di bisogni sommersi e la costruzione di specifici percorsi di intervento. Nel corso della prima annualità, attraverso la formazione di "sentinelle territoriali" e della "équipe di strada", è stato possibile far emergere bisogni non manifesti in ordine a emergenza e disagio abitativo, salute e disagio psicologico, cura dei figli e dispersione scolastica. Nelle annualità successive si prevede: l'ampliamento delle rete di "sentinelle" (catechisti, parroci, insegnanti, gruppi giovanili, altre realtà associative), l'avvio effettivo del servizio mobile di strada (mezzo acquistato nel corso del primo anno),  l'apertura di un CdA psicologico,  l'organizzazione di un servizio di doposcuola per i figli minori delle famiglie beneficiarie del progetto, l'accoglienza e l'accompagnamento per nuclei familiari in emergenza abitativa (in 3 appartamenti, senza oneri sul piano dei costi). Il progetto si svolge su tre sedi. In questa sede si svolgono le attività di organizzazione e coordinamento delle sentinelle territoriali e "servizio di strada", l'aggiornamento degli operatori, l'erogazione degli intervento di integrazione al reddito, l'organizzazione delle iniziative di sensibilizzazione, la direzione e il coordinamento del progetto.
RietiSostenere Rieti 2018
Indietro

Sostenere Rieti 2018

Regione
Lazio
Diocesi
Rieti
Località
Rieti
Ambito
Carità
Destinati
€ 84.650
Anno
2018
Condividi
Il progetto prevede il potenziamento delle attività dell’Emporio Solidale di Rieti attraverso azioni di accompagnamento destinato a soggetti indigenti residenti nel territorio della diocesi, erogazione di derrate alimentari e prodotti igienici, formazione sulla corretta gestione delle risorse familiari (alimentari, spese e utenze, educazione finanziaria). Questa è la sede dell'emporio.
PerugiaA casa tua - II anno
Indietro

A casa tua - II anno

Regione
Umbria
Diocesi
Assisi - Nocera Umbra - Gualdo Tadino
Località
Santa Maria degli Angeli PG
Ambito
Carità
Destinati
€ 88.000
Condividi
Il progetto prevedeva la realizzazione di un corso di cucina per alcune donne della Diocesi per offrire loro l’opportunità di spendere il diploma così ottenuto in campo lavorativo. L’obiettivo è stato raggiunto in quanto quattro delle sette partecipanti proseguiranno per altri due anni il progetto, delle tre rimaste, due sono riuscite a trovare un’occupazione con il diploma ottenuto. In seguito verrà allestito un locale per la realizzazione di alimenti destinati alla vendita in loco o alla realizzazione di cibi da consumarsi presso le abitazioni dei clienti.
 
BariHelp Center
Indietro

Help Center

Regione
Puglia
Diocesi
Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
Località
Terlizzi BA
Ambito
Carità
Destinati
€ 27.000
Condividi
Il progetto, biennale, consiste nell'avvio di due unità di "Help Center Diocesano", una a Molfetta e una a Terlizzi, per il coordinamento e il supporto con interventi di secondo livello a beneficio di circa 200 famiglie - italiane e straniere - prese in carico rispettivamente dai CdA di Giovinazzo e Molfetta, e di Ruvo di Puglia e Terlizzi. Il progetto prevede la costruzione della rete, anche informatica, dei CdA e la costituzione dell'Osservatorio diocesano delle povertà e delle risorse nella seconda annualità. Questa è la sede di Terlizzi.
BariVerso Casa
Indietro

Verso Casa

Regione
Puglia
Diocesi
Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
Località
Molfetta BA
Ambito
Carità
Destinati
€ 93.000
Anno
2018
Condividi
Il progetto, proposto per una sola annualità, si realizza a Molfetta, presso la Casa di accoglienza "Don Tonino Bello", e consiste nell'attivazione di una "residenza sociale temporanea" - una struttura da accreditare come alloggio sociale per adulti in difficoltà - per rispondere al disagio abitativo di almeno 12 persone, ed eventualmente piccoli nuclei familiari. A seguito dei lavori di adeguamento, la Casa di accoglienza disporrà di 4 camere con 3 posti ciascuna, spazi comuni attrezzati per cucina, la lavanderia, l'ambulatorio medico e la socializzazione. Gli ospiti saranno individuati con i servizi sociali di riferimento, e accolti inizialmente per 6 mesi dopo la sottoscrizione di un Accordo di Ospitalità e di un Patto Sociale che definisce il percorso di accompagnamento, personalizzato in base alle specifiche esigenze (mediazione familiare, sostegno psicologico, formazione professionale, ecc.)
BiellaAscolto, rete, cura - I anno
Indietro

Ascolto, rete, cura - I anno

Regione
Piemonte
Diocesi
Biella
Località
Biella
Ambito
Carità
Destinati
€ 5.500
Sito
caritasbiella.it
Condividi
Il progetto, biennale, si realizza nella provincia di Biella, e consiste in tre principali azioni di promozione della salute per persone in stato di grave deprivazione e a rischio di povertà: - potenziamento del Punto di Accesso Accoglienza Plurale dedicato a persone senza dimora in stato di grave marginalità sociale, ampliandone i servizi farmaceutici; - tessitura di una rete di realtà che intervengono a sostegno della povertà sanitaria e farmaceutica in particolare (Croce Rossa, Auser, ambulatori infermieristici volontari); - la sensibilizzazione della comunità ecclesiale finalizzata alla disponibilità di maggiori risorse per l'acquisto di farmaci e presidi sanitari. Questo è il PAAP, una delle sedi presso cui si svolge il progetto.
TorinoCibo per tutti - I anno
Indietro

Cibo per tutti - I anno

Regione
Piemonte
Diocesi
Torino
Località
Torino
Ambito
Carità
Destinati
€ 140.000
Anno
2018
Condividi
Il progetto, proposto come biennale, si realizza a Torino, principalmente a beneficio di 100 persone senza dimora. Consiste principalmente in due attività: - rafforzare, coordinandole, le diverse attività e i progetti di recupero delle eccedenze alimentari, attraverso la realizzazione di una applicazione informatica che possa collegare donatori (soprattutto da esercizi medio piccoli) e donatori e rendere progressivamente disponibili a livello cittadino - coinvolgere, attivandole, 40 persone senza dimora, con il metodo autobiografico nella realizzazione di una pubblicazione sul diritto al cibo Nella seconda annualità si realizzerà un polo animativo diffuso per il contrasto allo spreco alimentare, presso le mense cittadine, con percorsi formativi e interventi mirati per le giovani generazioni, oltre che per la realizzazione di eventi finalizzati alla condivisione delle buone pratiche già in corso. Questo è il centro "Spazio d'Angolo" una delle sedi in cui si svolge il progetto.
ChietiDetenzione creativa - I anno
Indietro

Detenzione creativa - I anno

Regione
Abruzzo Molise
Diocesi
Chieti - Vasto
Località
Vasto CH
Ambito
Carità
Destinati
€ 97.000
Sito
www.chieti.chiesacattolica.it
Condividi
L’idea progettuale è il reinserimento lavorativo dei detenuti. Il progetto si svolgerà su due poli di riferimento, Chieti e Vasto. Per Vasto si pensa di inserire n.3 detenuti (uomini e/o donne) che provengono dalla Casa Lavoro di Vasto, con assunzione regolare a tempo determinato. I detenuti verranno inseriti nel contesto lavorativo ordinario della cooperativa il Recinto di Michea, cooperativa che si occupa quotidianamente di accogliere detenuti in permesso premio, ex detenuti e ragazzi diversamente abili. I detenuti, in accordo con la Casa circondariale di Vasto, hanno la possibilità di lavorare 4 ore al giorno, dal lunedì al venerdì accompagnati e seguiti da un tutor. I detenuti collaboreranno con i ragazzi diversamente abili e si occuperanno di attività manuali come l’accudimento degli animali all’interno della fattoria, lavori nei campi e lavori artigianali. Sarà aperto un laboratorio dove i detenuti possono confezionare frutta, verdure, marmellate e quanto altro destinato alla vendita. Per Chieti si pensa di inserire n.2 detenuti (uomini e/o donne) con assunzione regolare a tempo determinato per 4 ore giornaliere. I detenuti, che provengono dalla casa circondariale di Chieti potrebbero svolgere il loro servizio presso le strutture della Caritas Diocesana, in particolar modo presso il centro di distribuzione viveri e alimenti e occuparsi della consegna del pacco viveri e dei vestiti e soprattutto del riordino dei magazzini e carico/scarico degli alimenti e dei vestiti che vengono donati quotidianamente. Oppure saranno occupati dal Comune di Chieti e/o dal Comune di Francavilla per attività come manutenzione e cura dei giardini e delle aree verdi della città oppure dall’Anas per la manutenzione delle strade. Alla fine dei due anni saranno messi a disposizione n.3 borse premio per n.3 detenuti più meritevoli. Le borse premio consisteranno in un corso di formazione professionalizzante spendibile sul mercato del lavoro.
TorinoGiovani per il Terzo Settore - I anno
Indietro

Giovani per il Terzo Settore - I anno

Regione
Piemonte
Diocesi
Torino
Località
Torino
Ambito
Carità
Destinati
€ 140.000
Anno
2018
Condividi
Il progetto, proposto come biennale, si realizza nella città di Torino a beneficio di 30 giovani inoccupati, per i quali si prevede l'attivo coinvolgimento - in tirocinio formativo - in pratiche di service learning (il metodo didattico che unisce il volontariato per la comunità “service” e l’apprendimento “learning”): sia all’interno di enti del terzo settore (affinché questi ultimi possano offrire competenze a chi presta servizio), sia all’interno di contesti scolastici e universitari (affinché questi ultimi possano offrire occasioni di servizio ai propri studenti. Finalità del è quella di aumentare le prospettive di occupabilità dei beneficiari, rafforzando contestualmente le capacità degli operatori degli enti del terzo settore.
BiellaMai più senza - I anno
Indietro

Mai più senza - I anno

Regione
Piemonte
Diocesi
Biella
Località
Biella
Ambito
Carità
Destinati
€ 54.100
Anno
2018
Condividi
Sviluppare l'approccio "Housing first" sul territorio biellese, sulla base della convizione che la casa sia un diritto inviolabile per tutti. Il sistema attuale del territorio biellese, cui anche la nostra Caritas Diocesana contribuisce attivamente dal 2003, prevede un percorso "a gradini" per le persone senza dimora. Il sistema attuale è gestito da un'ATS tra pubblico e privato sociale, di cui Caritas Diocesana fa parte, secondo la formula dei "patti di sussidiarietà" e comprende 39 posti totali per persone senza dimora. L'elemento fondamentale che distingue il presente progetto dal sistema di accoglienza già attivo è quello che sta alla base dell'housing first stesso: destinatari sono persone che necessitano di livelli significativi di aiuto per essere messi in grado di uscire dalla loro situazione, pertanto l'abitazione sarà la prima risorsa messa a disposizione, senza aspettare l'idoneità della persona a vivere in una casa, e solo successivamente ci si dedicherà a una progettazione personalizzata. Il presente progetto, inoltre, integra un progetto di housing first che uno dei consorzi socio-assistenziali biellesi avvierà nei prossimi mesi. Obiettivo del progetto è il reperimento di 8 abitazioni e il loro mantenimento, l'inserimento delle persone senza dimora e il supporto educativo tramite un’équipe multidisciplinare. Questa è il Punto di accesso accoglienza Plurale, una delle sedi del progetto.
CasertaConsultorio Centro Famiglia - I anno
Indietro

Consultorio Centro Famiglia - I anno

Regione
Campania
Diocesi
Capua
Località
Capua NA
Ambito
Carità
Destinati
€ 118.600
Anno
2018
Sito
www.cittairene.it
Condividi
Il Consultorio laico di ispirazione cristiana che si intende rafforzare vuole essere un luogo privilegiato d'accoglienza, di ascolto e di aiuto offerto a chi cerca le cause delle proprie difficoltà, delle incomprensioni, dei dissidi, attivando le potenzialità personali di recupero, con il supporto di validi professionisti opportunamente formati che credono fortemente nel lavoro di squadra. Le attività principali consistono nella consulenza ai singoli, coppie, famiglie (mediazione familiare affido, adozioni) la prevenzione per fasce di popolazione (visite ginecologiche ed ostetriche, assistenza alla gravidanza, visite andrologiche, urologiche) percorso nascita (gravidanze a rischio. incontri sull'allattamento, sullo svezzamento) interventi di aiuto per minori in difficoltà, consulenze in ambito giuridico. Servizi di auto-mutuo aiuto per alcolisti, giocatori d'azzardo, per il supporto alle famiglie di persone affette da demenza. Questo è il Consultorio Centro Famiglia, una delle sedi del progetto.
Barletta-Andria-TraniInsieme - I anno
Indietro

Insieme - I anno

Regione
Puglia
Diocesi
Trani - Barletta - Bisceglie
Località
Trani BT
Ambito
Carità
Destinati
€ 80.000
Anno
2019
Sito
www.arcidiocesitrani.it
Condividi
Attraverso il progetto si intende promuovere il reinserimento al lavoro di persone che per mancanza di competenze specifiche, a causa di percorsi difficili, si trovano in condizione di disagio. Verranno attivati partenariati nei settori agricolo ed artigianale, istituite borse lavoro, organizzati laboratori di inserimento lavorativo avvalendosi di aziende consolidate ed artigiani presenti sul territorio; tirocini, in collaborazione con il Centro per l'impiego della provincia di Barletta-Andria-Trani con il quale è stato sottoscritto un protocollo e gli istituti regionali di riferimento; saranno strutturati percorsi correlati alla programmazione di welfare locale; verrà attivata la formazione dei volontari dei centri di ascolto delle Caritas parrocchiali finalizzata alla costruzione di un contesto sociale ed economico capace di accogliere e farsi carico di situazioni di estrema fragilità sociale e di svantaggio rispetto al mercato del lavoro; la formazione per i destinatari negli ambiti di sicurezza sul lavoro. Infine verrà organizzato un convegno per la presentazione degli obbietivi raggiunti
CataniaDomus Caritatis - I anno
Indietro

Domus Caritatis - I anno

Regione
Sicilia
Diocesi
Caltagirone
Località
Caltagirone CL
Ambito
Carità
Destinati
€ 120.000
Anno
2019
Sito
www.caritascaltagirone.it
Condividi
Il progetto, biennale, si realizza a Caltagirone, a beneficio di 15 nuclei familiari in difficoltà economica, lavorativa e sociale, presi in carico dal CdA diocesano. Consiste principalmente in interventi sul disagio abitativo, e si inserisce nel percorso sull' housing first condiviso con le altre Caritas della Delegazione Sicilia, prevedendo l'accoglienza dei nuclei in appartamenti, i cui costi e affitto e utenze saranno sostenuti dalla Caritas diocesana. Il progetto si realizza su due sedi.
FoggiaProgetto Sca.ris
Indietro

Progetto Sca.ris

Regione
Puglia
Diocesi
Lucera - Troia
Località
Celenza Valfortore FG
Ambito
Carità
Destinati
€ 108.400
Anno
2005
Sito
wwwcaritasluceratroia.it
Condividi
Campagna di sensibilizzazione ed educazione alla corretta gestione dellerisorse e dei rifiuti; sfruttamento delle risorse naturali (acqua, argilla') e parte della frazione recuperabile dei rifiuti.
 
SassariCasa del Fanciullo
Indietro

Casa del Fanciullo

Regione
Sardegna
Diocesi
Tempio - Ampurias
Località
tempio pausania OT
Ambito
Culto e Pastorale
Destinati
€ 231.000
Anno
dal 2008 al 2010
Condividi
La Casa del Fanciullo ’Don Gino Grimaldi’ sita in Piazza Nicola Spano, nel cuore del centro storico cittadino, è il luogo dove i circa 400 ragazzi della Cattedrale ’San Pietro Apostolo’ fanno il loro percorso catechistico occupandone le classi dal lunedì al sabato tutti i pomeriggi. la medesima struttura però possiede anche un teatro attrezzato dove si svolgono tutte le realtà rappresentative e teatrali della città che possono rientrare nell’accoglienza di una platea di 300 persone.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?