EMERGENZA COVID-19

L’amore non si è fermato.

C’è un Paese che non ha mai smesso, nemmeno per un istante
di prendersi cura dei più deboli.
Scopri come hanno reagito all’emergenza Covid alcune realtà dell’8xmille.

Terlizzi (BA)

L'amore non si è fermato.

Casa S. Luisa, progetto socio educativo.

Catanzaro

L'amore non si è fermato.

Fondazione Città Solidale, sostegno ragazzi a rischio.

Cerreto Sannita (BN)

L'amore non si è fermato.

Casa delle donne, accoglienza donne in difficoltà.

Modica (RG)

L'amore non si è fermato.

Casa don Puglisi, bambini al centro.

Rimini

L'amore non si è fermato.

Caritas diocesana, consegna pasti.

Isernia

L'amore non si è fermato.

Caritas diocesana, emporio della solidarietà.

Ladispoli (RM)

L'amore non si è fermato.

Centro Caritas “Santi Mario, Marta e Figli”, distribuzione pasti.

Modica (RG)

L'amore non si è fermato.

Progetto “Crisci Ranni”, cantiere educativo.

Modica (RG)

L'amore non si è fermato.

Progetto “Piccoli Fratelli”, assistenza disabili.

Sintesi interventi in cifre

Per far fronte all’emergenza Covid-19, la Conferenza Episcopale Italiana ha stanziato ad oggi 237,9 milioni di euro dai fondi straordinari dell’8xmille alla Chiesa cattolica e ha attivato centinaia di iniziative a sostegno dei più deboli, per offrire assistenza, solidarietà e beni di prima necessità al numero crescente di persone in difficoltà.

Leggi i comunicati

8,4 mln
8,4 milioni di euro destinati a strutture sanitarie ed ospedali in Italia.
210 mln
210 milioni di euro alle Diocesi italiane per interventi sul territorio per sostenere persone e famiglie in situazioni di povertà o di necessità.
9 mln
9 milioni di euro per i Paesi in via di sviluppo, destinati in particolare alle scuole e agli ospedali.
10 mln
10 milioni di euro alle Caritas diocesane, per interventi sul territorio come il sostegno alle povertà, agli anziani e alle famiglie in difficoltà.
500.000
500.000 euro alla fondazione Banco Alimentare a sostegno di circa un milione e mezzo di persone.
+3.750
Oltre 3.750 posti letto per la protezione civile, medici, infermieri, persone in quarantena, senza dimora.
+56.000
Più di 56.000 pasti consegnati a domicilio lo scorso aprile.
+6.100
Oltre 6.100 persone destinatarie di aiuto psicologico. Dalle famiglie ai senza lavoro, dai più soli a chi ha perso i propri cari nella pandemia.
38.580
38.580 richieste di aiuti da “nuovi poveri” ricevute in Caritas in aprile.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?