Mappa 8xmille

Scopri i progetti
vicino a te.

Inserisci la tua Provincia.

Vedi i progetti nel mondo

Ricerca un progetto:

CI SONO 16487 PROGETTI

Legami che liberano - II anno

Regione: Emilia Romagna

Diocesi: Modena - Nonantola

Località: Modena

Ambito: Carità

Destinati: € 175.000

Anno: 2019

Il progetto si realizza a Modena, principalmente presso il Centro di Accoglienza Papa Francesco inaugurato a giugno del 2018, e prosegue, potenziandole, le attività avviate nella prima annualità a beneficio di persone senza dimora e/o in stato di grave marginalità sociale. Nello specifico di prevede: - lo sviluppo del Centro diurno, con la prosecuzione dei laboratori di accompagnamento relazione, e la scuola di italiano, e il potenziamento dello "Spazio Donna" con la realizzazione di un piccolo atelier; - la prosecuzione delle accoglienze presso il centro Papa Francesco, qualificate dalla supervisione dell'èquipe di operatori (ed ex beneficiari) ad opera di una pedagogista e l'apertura a gruppi parrocchiali esperienze di vita comunitaria; - l'avvio dell'accoglienza invernale, con la ristrutturazione dei locali al terzo piano dell'immobile; - la prosecuzione delle accoglienze per ragazze impegnate in percorsi di accompagnamento con la Caritas diocesana, e quella per un nucleo familiare in collaborazione con la parrocchia e i servizi sociali. In questa annualità, inoltre andranno a regime le attività di educazione alimentare e recupero delle eccedenze, con l'integrazione nel progetto delle attività dell'emporio di Medolla, recentemente avviato dalle parrocchie della zona.

L'appetito vien studiando - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: CASSANO ALL' JONIO

Località: Cassano all'Ionio CS

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2018

Obiettivi generali del progetto sono: - sostegno al recupero di minori a rischio di dispersione scolastica e di minori a rischio di esclusione sociale. Favorire nei minori la capacità di orientarsi e di compiere scelte autonome per il proprio futuro scolastico e professionale e sostenere la famiglia rinforzandone la funzione genitoriale . Le attività previste sono: il sostegno scolastico dal lunedì al sabato dalle 14.30 alle 18, che prevede percorsi psicologici volti a promuovere un'adeguata maturazione emotiva; da percorsi di musicoterapia per favorire il minore anche nella relazione intragruppale; il doposcuola presso i locali del Centro Polivalente "S. Domenico situato all'interno del Seminario Diocesano in cui, tra l'altro sarà in funzione una mensa dal lunedì al venerdì, inserita dentro un progetto più ampio di educazione alimentare.Verrà costituito anche un "Fondo Libri" per rispondere concretamente alle difficoltà delle famiglie. Verranno organizzati dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 19.30 laboratori di informatica, musica, teatro, ceramica, di riciclo, educativo per i genitori ( una volta al mese, con attività di ascolto, di informazione e di sensibilizzazione ) , uscite didattiche durante il periodo estivo, organizzate da enti ed organizzazioni pubbliche e private presenti sul territorio. A fine anno scolastico verrà organizzato un evento che sarà l'esito dei laboratori citati. Sempre nei mesi estivi ( da metà giugno ai primi giorni di agosto) verrà organizzato un GREST per consentire ai minori e alle loro famiglie di vivere l'estate in modo divertente e lontano dai pericoli della strada. nell'acquisto del materiale didattico ordinario.

Comunità educante - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Crotone - Santa Severina

Località: Crotone KR

Ambito: Carità

Destinati: € 105.000

Anno: 2019

Il progetto, biennale, si sviluppa nella città di Crotone (nel primo anno, ma anche nei centri limitrofi nella seconda annualità), per almeno 60 minori. Si prevede la realizzazione di: - una ludoteca inclusiva, con laboratori di musico terapia e foto terapia per bambini con disturbi dell'apprendimento e bisogni educativi speciali; - uno spazi artistico ideato come "accademia del dono" , dove alcuni giovani metteranno a disposizione di altri i propri talenti (teatro, musica, danza), con il coinvolgimento di tutti in uno spettacolo finale offerto alla comunità; - uno spazio aggregativo, denominato "Nuovi Orizzonti", per incontri e dibattiti legati a visione di film o lettura di libri, sui temi delle dipendenze, del disagio, ma anche delle aspirazioni e della realizzazione personale.

Non aver paura - I anno

Regione: Lazio

Diocesi: Sabina - Poggio Mirteto

Località: Monterotondo RM

Ambito: Carità

Destinati: € 20.000

Il progetto si realizza a Monterotondo e prevede, nell'anno del Sinodo straordinario sui giovani, l'avvio e lo sviluppo del "Centro Giovanile Ricciotti", con: - spazio aggregativo secondo il modello del pub sociale; - spazio di coworking per giovani professionisti del territorio specializzati in servizi di prevenzione del disagio giovanile (psicologo, nutrizionista, educatore). Il progetto è presentato come sperimentazione pilota che, caso di successo potrebbe essere replicato in contesti simili per disponibilità (e mancato utilizzo) di ampi spazi e assenza di luoghi di aggregazione e cura dei giovani.

La tavola della carità - I anno

Regione: Lazio

Diocesi: Latina - Terracina - Sezze - Priverno

Località: Latina

Ambito: Carità

Destinati: € 51.200

Anno: 2018

Il progetto, biennale, consiste nel garantire continuità al servizio della Mensa Caritas "don Adriano Bragazzi" a Latina. Il servizio è, di fatto, l’unica mensa presente sul territorio del comune di Latina. E’ quindi pienamente inserito nel contesto dei servizi socio-assistenziali territoriali, costituendone parte integrante. Il presente progetto intende sostenere tutte le attività della mensa (compreso il servizio docce), con particolare attenzione allo sviluppo delle attività del centro di ascolto dedicato, per favorire la presa in carico e l'accompagnamento degli ospiti, andando oltre la semplice fornitura di un pasto caldo al giorno. Si tratta della erogazione di circa 100 pasti serali, 365 giorni l'anno, e della disponibilità di docce e biancheria pulita due volte a settimana, per circa 300 persone in grave disagio socio abitativo, in prevalenza non italiani.

A.P.P.R.O.D.I. - II anno

Regione: Piemonte

Diocesi: Mondovì

Località: Mondovì CN

Ambito: Carità

Destinati: € 86.000

Il progetto biennale APPRODI si propone la duplice finalità di rispondere alla domanda di ospitalità dei richiedenti asilo che hanno ottenuto il documento di rifugiato o di protezione umanitaria od internazionale promuovendo esperienze di “accoglienza diffusa”, con il supporto di reti di famiglie e di comunità parrocchiali, ma anche di animare la comunità ecclesiale e civile alla cultura dell’accoglienza, promuovendo corretta informazione ed accompagnando l’avvio della progettualità SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) appena iniziata ad aprile 2018 sul territorio. L’intero biennio progettuale è stato organizzato e monitorato in collaborazione con il Gruppo Ecclesiale sull’Immigrazione “Padre Calleri – Mons. Cuniberti”, un gruppo di lavoro diocesano strutturato sul tema, che ha lo scopo di creare coinvolgimento e di farsi promotore delle corrette informazioni sul fenomeno in un dialogo capillare e fecondo con il proprio mondo cattolico di riferimento, la società civile e le istituzioni. Il progetto si articola in due grandi ambiti di intervento. Il primo ambito progettuale va nella direzione di promuovere nella comunità ecclesiale e civile della Diocesi un’autentica cultura dell’accoglienza e dell’inclusione, attraverso iniziative di formazione, riflessione e sensibilizzazione. Il secondo ambito progettuale va nella direzione di continuare, promuovere ed accompagnare esperienze di accoglienza strutturale diffusa dei richiedenti asilo e l’integrazione dei rifugiati e di chi gode di protezione internazionale con l’obiettivo di “lavorare perché all’emergenza (primo livello) si passi all’accoglienza diffusa sul territorio (secondo livello) e da questa all’autonomia dei singoli (terzo livello)”.

Coltura di libertà. Passando dal lavoro - 3

Regione: Lazio

Diocesi: Velletri - Segni

Località: Velletri RM

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2017

Il presente progetto si pone in continuità con l'attenzione che la Caritas diocesana rivolge ai detenuti ed ex-detenuti da circa un decennio. Uno dei nodi fondamentali per il reinserimento delle persone che hanno vissuto l'esperienza del carcere è il lavoro. Esso oltre a fare da volano per il recupero della persona, esercita un influsso notevole verso l'abbassamento della percentuale della recidiva. Il primo passo è quello di favorire l'accoglienza alle persone che hanno scontato la pena carceraria e non hanno una residenza per assenza di legami familiari, a coloro che si trovano in esecuzione penale ma con misura alternativa al carcere, alle persone ristrette che possono beneficiare del lavoro esterno. Un altro punto centrale è la formazione al lavoro con corsi di tipo scolastico presso l'istituto di pena "Lazzaria" e attraverso i corsi teorici-pratici curati dall'azienda Agricola Terrae dei Volsci e dall'Azienda Bagaglini Riccardo. Esse accompagneranno, con l'ausilio degli operatori e di altri sostenitori, il lavoro che riguarderà le colture ortive, i frutti minori (in modo particolare i mirtilli e le fragole), e la produzione di zafferano. Si continuerà ad incrementare il percorso di apicoltura. Un ultimo nodo da affrontare è la sensibilizzazione che punta ai cambiamenti della comunità in termini di cultura della legalità e degli individui destinatari diretti del progetto. È qui che si concentrerà il lavoro di animazione nelle scuole superiori, nella comunità civile ed ecclesiale.  

Quando l'economia è solidale - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Ragusa

Località: Ragusa

Ambito: Carità

Destinati: € 45.000

Con questa progettualità si vuole favorire l’inclusione socio-lavorativa di 8 soggetti in situazione di svantaggio (migranti, ex detenuti, inoccupati di lungo periodo, donne) agendo sinergicamente su aspetti contestuali e personali (opportunità lavorative, formazione, casa sicura, benessere psico-fisico, abilità trasversali, coesione sociale), valorizzando il lavoro di rete e buone prassi contro lo sfruttamento e applicando il metodo innovativo dell’Housing First proposto nell'analogo progetto 8 per mille "Prima la casa". Partendo da una casa adeguata, base sicura necessaria per il benessere e l’autonomia, l’HF favorisce la fuoriuscita dalla marginalità attivando abilità fondamentali per l’inclusione e il mantenimento del lavoro con recovery in specifici ambiti (cura di sé, salute, gestione del denaro, legalità, dipendenze) e su fattori trasversali (autostima, fiducia, resilienza) determinanti per riprogettare la propria vita. Verranno realizzate iniziative di formazione, inserimento tramite borse lavoro da svolgersi nelle attività imprenditoriali già promosse dalla Caritas diocesana e presso altre aziende del territorio opportunatamente sensibilizzate e coinvolte in modo da aumentare al massimo le possibilità di assunzione. Il tutor curerà gli aspetti motivazionali e relazionali. I destinatari parteciperanno al potenziamento della rete commerciale e solidale, inclusi mercatini contadini e rionali, all'avvio di un GAS, di una bottega e ad iniziative di sensibilizzazione della comunità. Per favorire l'inserimento dei beneficiari, parte delle risorse sarà utilizzata per favorire la conciliazione dei tempi lavoro-famiglia. Sul versante della tutela si proseguirà nelle azioni principali del Progetto Presidio relative alla tutela legale e sanitaria dei lavoratori agricoli di Marina di Acate e Scoglitti.

La bottega della solidarietà 2.0

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Lanciano - Ortona

Località: Lanciano CH

Ambito: Carità

Destinati: € 7.200

Anno: 2018

Il progetto è la prosecuzione della annualità finanziata nel 2017 che ha ottenuto significativi risultati in termini di recupero dei beni (principalmente abbigliamento) da mettere poi nella disponibilità delle persone in difficoltà, con un meccanismo di offerta che ha consentito di sostenere le spese di gestione mensili del progetto stesso. In questa annualità si intende consolidare l'attività laboratoriale, potenziando il percorso di trasmissione dei saperi "artigianali" della tradizione; la realizzazione di un laboratorio base di taglio e cucito gratuito rivolto a n° 6 persone inoccupate, segnalate dagli operatori del Centro di Ascolto Diocesano in condivisione con i Servizi Sociali Comunali; promuovere una campagna informativa di marketing sociale, che possa anche portare alla realizzazione/registrazione di un marchio. Si segnalano qui i fondi diocesani.

Restart 3

Regione: Lazio

Diocesi: Latina - Terracina - Sezze - Priverno

Località: Latina

Ambito: Carità

Destinati: € 77.600

Anno: 2017

Il progetto è, di fatto, la prosecuzione delle attività progettuali del progetto Restart 1 e 2, ed intende promuovere un complesso di iniziative volte a favorire l'inclusione sociale e la crescita occupazionale di soggetti deboli.Si sente la necessità di passare, dove possibile, all'adozione di prassi e strumenti che sostengano l'uscita da condizioni di dipendenza di natura socio-assistenziale. Il progetto vuole favorire il processo di inclusione sociale nel nostro territorio delle persone che si rivolgeranno al centro di orientamento e assistenza legale, sostenendone il recupero e il potenziamento delle risorse e delle competenze necessarie per esercitare con dignità le capacità di autonomia e autogestione.  

Qui un abito diventa cibo - I anno Copia

Località: Aosta

Ambito: Carità

Destinati: € -1

Anno: 2018

Mensa San Lorenzo 4

Regione: Lazio

Diocesi: Tivoli

Località: Tivoli RM

Ambito: Carità

Destinati: € 60.000

Il progetto, presentato per quarta e quinta annualità, prevede la stabilizzazione del regime ordinario di funzionamento della mensa diocesana, aperta tutti i giorni a pranzo e in grado di garantire 50 pasti. e si avvale di un operatore sociale per la distribuzione di una ventina di pasti a domicilio a persone anziane sole e con difficoltà motorie.

Genitori e figli: icona della Sacra Famiglia 4

Regione: Campania

Diocesi: Teano - Calvi

Località: Teano CE

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza a Teano, Calvi Risorta e Casafredda di Teano a beneficio di 70 famiglie, per le quali prevede di dare continuità e potenziare le azioni avviate dal 2014. Si tratta, nello specifico, di sviluppare alcune proposte finalizzate al supporto socio- educativo di minori provenienti da famiglie in difficoltà socio-economica con attività di: - doposcuola e sostegno scolastico; - laboratori relazionali e ludico-ricreativi; - visite guidate e campi estivi. Con la quarta e quinta annualità si intende avviare un polo tecnico, dedicato alle attività laboratoriali (ceramica, pittura, cartapesta, musica, informatica, inglese) e all'insegnamento di arti e mestieri, presso la parrocchia di San Pietro Apostolo in Casafredda.

Non di solo pane - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Amalfi - Cava De' Tirreni

Località: Cava de' Tirreni SA

Ambito: Carità

Destinati: € 90.000

Il progetto, biennale, si realizza nella città di Cava e consiste principalmente nell'avvio di un Emporio solidale in questa città, a beneficio di circa 200 famiglie in carico ai CdA presenti in Diocesi. Accanto al sostegno materiale saranno previsti percorsi di ascolto e accompagnamento con particolare riferimento all'orientamento su opportunità di formazione professionale e inserimento lavorativo.

Orti solidali di comunità - II anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Iglesias

Località: Iglesias SU

Ambito: Carità

Destinati: € 77.900

Anno: 2018

Il progetto si realizza a Iglesias, in località Monti Santu, dove la Diocesi ha messo a disposizione, già dal 2015, un terreno di tre ettari presso il quale sono stati messi a coltura ortaggi e frutta (meloni e angurie), affidandone la cura a oltre 20 beneficiari dell'Emporio di Iglesias e del CdA diocesano. Per le due annualità proposte si propone l'inserimento lavorativo di 22 persone segnalate dal CdA diocesano. Gli orti hanno raggiunto una produzione di circa 1.000 Kg, destinati ai beneficiari del progetto, ma anche all'Emporio, alla Casa di Accoglienza, al Dormitorio e alla mensa cittadina. Nella seconda delle due annualità proposte sarà avviato un percorso di formazione, e accompagnamento a cura della Coop. Sociale Millepiedi, per la costituzione di una cooperativa agricola e la collocazione del surplus di produzione sul mercato.

CI SONO 16487 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Huayacocotla (Messico)

Progetto Prodh, a difesa diritti umani.

Caprarola (VT)

Piccola casa della Misericordia, centro diurno per ragazzi disabili.

Tortolì (NU)

Microcredito, Caritas diocesana.

Bologna

Voce del verbo accogliere, reinserimento sociale ex-detenuti.

Padulle (BO)

Dispensa Solidale, assistenza alimentare.

Tortolì (NU)

Mensa Caritas.

Ferrara

Casa Betania, accoglienza per donne e minori.

Orizaba (Messico)

San Luis Gonzaga, scuola e dormitorio.

Roma

Piccolo Mondo, asilo nido multietnico.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?