Mappa 8xmille

Scopri i progetti
vicino a te.

Inserisci la tua Provincia.

Vedi i progetti nel mondo

Ricerca un progetto:

CI SONO 16356 PROGETTI

Educativamente - III anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Palermo

Località: Palermo

Ambito: Carità

Destinati: € 28.000

Anno: 2018

Il progetto, in continuità con quanto realizzato nelle due annualità precedenti, si realizza a Palermo, a beneficio di 25 persone con sofferenza mentale. Nello specifico si prevede la realizzazione di: - un percorso formativo per volontari e operatori Caritas, anche a livello parrocchiale, realizzato presso il DSM; - 4 tirocini formativi, in collaborazione con l'associazione UFE (utenti e familiari esperti); - 25 percorsi terapeutici e risocializzanti, per ciascuno dei beneficiari, da svolgersi presso parrocchie e servizi della Caritas diocesana, e accompagnati da volontari (28); - la realizzazione di un convegno diocesano sui temi della prevenzione e della cura in ambito di igiene mentale.

Di nuovo cittadini - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Palermo

Località: Palermo

Ambito: Carità

Destinati: € 24.000

Anno: 2018

La Chiesa invita a una “conversione culturale” in cui la “giustizia riconciliativa” prevalga sulla «giustizia retributiva». Ciò permette sia di offrire alle vittime un ruolo attivo, sia di restituire alla società la responsabilità di rieducare. Lo aveva detto anche Cesare Beccaria: “Se le pene saranno moderate… sarà tolto lo squallore e la fame dalle carceri… la compassione e l’umanità penetreranno le porte ferrate”. L’esigenza personale del detenuto di vivere in carcere un tempo di riabilitazione e di maturazione è infatti esigenza della stessa società, sia per recuperare una persona che possa validamente contribuire al bene di tutti, sia per depotenziare la tendenza a delinquere e la pericolosità sociale. Proprio su questa focalizzazione, il progetto intende porre l’attenzione sul percorso di revisione critica legato all’azione dissociale compiuta, non solo in termini di regola disattesa, ma nell’aspetto personale, familiare e sociale. Per tale ragione, saranno proposte attività di rilevanza psicoterapeutica e pedagogica, all’interno di sezioni speciali, definite su proposta della direzione dell’Istituto penitenziario. La Chiesa entra in questo modo nella sfera del trattamento penitenziario, non solo in termini assistenziali, ma anche e soprattutto come impegno, in modo concreto e non solo come affermazione di un principio, per una effettiva rieducazione della persona, richiesta sia in funzione della dignità del detenuto stesso, sia in vista del suo reinserimento sociale. Il modello gruppale di revisione e ripensamento dell'azione dissociale sarà riproposto con i detenuti che svolgono attività di volontariato in misura alternativa e/o LPU presi incarico dalla nostra Caritas diocesana all'esteno della dimensione carceraria. Per la comunità che accoglie e il sociale sarà definito un piano di sensibilizzazione e informazione che coinvolgerà parrocchie, movimenti, associazioni, al fine di ampliare la rete di supporto esistente, ancora difficile da sviluppare, soprattutto verso i detenuti che possono godere di un beneficio e/o misura alternativa alla detenzione. Particolare attenzione sarà rivolta alla collaborazione con il volontariato interno e con i cappellani. Ulteriore azione riguarderà il sostegno ai detenuti e alle famiglie dei detenuti,quest’ultime gravate dall’assenza di un reddito o con redditi incapaci di potere garantire un minimo di sussistenza familiare, anche attraverso tirocini, borse lavoro/studio.

Integra - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Palermo

Località: Palermo

Ambito: Carità

Destinati: € 63.000

Anno: 2018

Fermiamoli, accogliamoli, blocchiamo il flusso, Aiutiamoli a casa loro. La Chiesa ricorda che “l'emigrazione africana non è figlia di una sciagura transitoria, ma di un sistema di saccheggio di cui siamo stati e siamo ancora parte attiva, addirittura suoi artefici”. Queste parole strappano il velo della rimozione che sembra annebbiare il senso comune e la propaganda del politico di turno in una sorta di incoscienza, tipica di chi guarda gli sconvolgimenti prodotti da un ciclone e si chiede come mai sia potuta accadere una “calamità” del genere. Ancora oggi e soprattutto oggi, la questione migrazione continua ad essere per alcuni settori strumento di manipolazione sociale, nuovo baricentro tematico sfruttato e strumentalizzato impropriamente e pericolosamente a fini politici. Di certo la questione delle mobilità umane pone diversi interrogativi che i cristiani devono per primi accogliere ed affrontare. Il nostro territorio continua ad essere luogo di stabilizzazione e di investimento da parte di persone che vengono da luoghi diversi e che hanno creato e stanno portando avanti le loro famiglie. Per tale ragione il versante dell’integrazione sociale e del supporto sociale, familiare e lavorativo è obiettivo di tale progettualità, al pari di un impegno costante e rinnovato sulla informazione corretta, adeguata, obiettiva che possa coniugarsi con gli insegnamenti e le esortazioni cristiani. Il target di riferimento saranno nuclei familiari, singoli e donne e giovani vittime di tratta e di sfruttamento sessuale. Si intende raggiungere tali obiettivi attraverso un supporto materiale alla regolarizzazione, alla legalità dell’attività lavorativa con opportunità di orientamento e inserimento lavorativo (borse di studio/lavoro, tirocini formativi, percorsi educativi). Al contempo si cercherà di sostenere economicamente nuclei e singoli nella gestione della quotidianità, ancora oggi difficile e aggravata da un clima di razzismo che purtroppo sta prendendo sempre più piede. Ciò sarà fatto attraverso un sostegno economico, sociale ed abitativo, prevedendo per situazioni particolari anche un’accoglienza di piccoli nuclei presso strutture della Caritas stessa.

La Locanda del Galgario - I anno

Regione: Lombardia

Diocesi: Bergamo

Località: Bergamo

Ambito: Carità

Destinati: € 310.000

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza a Bergamo e consiste principalmente: - nella trasformazione del dormitorio Galgario in un centro di accoglienza pluriservizi, per l'accoglienza e l'accompagnamento di 70 uomini adulti, italiani e stranieri, senza dimora; - nell'attivazione di uno spazio polifunzionale aperto al territorio per eventi, mercati, mostre e noleggio biciclette (con attigui laboratori di ciclofficina e artigianato gestiti dagli ospiti della struttura); - nella realizzazione, in sinergia con il Centro di ascolto e prima accoglienza diocesana "Porta dei Cocci", di percorsi personalizzati di formazione professionale e inserimento lavorativo con ENAIP Lombardia, cooperativa Ruah e Patronato San Vincenzo; - nella definizione di percorsi di autonomia abitativa e occupazionale, in collegamento con il sistema di accoglienza diffusa già promossa, a livello parrocchiale, con il progetto 2017.

Abitare - I anno

Regione: Piemonte

Diocesi: Mondovì

Località: Mondovì CN

Ambito: Carità

Destinati: € 34.000

Anno: 2018

Il progetto, proposto come biennale, si realizza Mondovì con lo scopo di rivisitare ed innovare la gamma di interventi e la metodologia di lavoro di Caritas diocesana e delle Caritas parrocchiali in merito all’emergenza abitativa. In particolare, ci si propone di rafforzare il sistema delle risposte disponibili per circa 100 famiglie in disagio o emergenza abitativa, integrando stabilmente e formalmente nella rete anche le risorse previste dai servizi pubblici sostenendo anche l'avvio dell’Agenzia sociale per la locazione da parte del Comune – ASLO, per garantire maggiori prospettive di stabilità alle famiglie. Sul piano strettamente operativo, il sistema delle accoglienze si compone di: - 8 posti per l'accoglienza notturna; - 4 mini alloggi per donne sole o con figli; - 3 alloggi per l'accoglienza di nuclei familiari per periodi di 6/12 mesi (progetto Zattera).

Sostenere Rieti 2018

Regione: Lazio

Diocesi: Rieti

Località: Rieti

Ambito: Carità

Destinati: € 84.650

Anno: 2018

Il progetto prevede il potenziamento delle attività dell’Emporio Solidale di Rieti attraverso azioni di accompagnamento destinato a soggetti indigenti residenti nel territorio della diocesi, erogazione di derrate alimentari e prodotti igienici, formazione sulla corretta gestione delle risorse familiari (alimentari, spese e utenze, educazione finanziaria).

Oltre il cibo - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 47.650

Anno: 2019

Il progetto, biennale, propone l'allestimento di una mensa nella città di Nuoro, a beneficio di circa 100 persone in condizione di grave deprivazione materiale ed esclusione sociale. La mensa è già stata realizzata dalla Diocesi di Nuoro presso locali di proprietà della Chiesa locale, in sostituzione di servizi analoghi ma purtroppo inadeguati attivati in passato presso due parrocchie. Accanto alla mensa sono stati approntati servizi docce, lavanderia, armadio solidale, e una sala per socializzazione.

Parola e memoria non mollare - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 24.400

Anno: 2019

Lo scenario socio assistenziale degli ultimi anni è caratterizzato dal continuo taglio delle risorse destinate ai servizi di neuropsichiatria infantile in relazione ai disturbi specifici di apprendimento. E’ in tale contesto che il presente progetto si propone di fornire aiuto didattico mirato e adattato a bambini della scuola primaria della nostra Diocesi che siano stati diagnosticati come dislessici, disortografici o discalculici. Oltre a tutto questo, si vuole sostenere percorsi di studio nelle scuole superiori e Università per aiutare le famiglie con difficoltà economiche che non riescono a sostenere le spese per lo studio dei figli.

Santa Lucia Jaime - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 24.700

Anno: 2019

Il progetto si realizza nella città di Nuoro, e consiste in un piano biennale di potenziamento delle attività della Casa diocesana Santa Lucia, avviata nel 2011 per l'accoglienza dei familiari dei degenti degli ospedali cittadini, e degli stessi pazienti. L'idea progettuale nasce dalla registrazione di un nuovo bisogno di accoglienza di persone ammalate prive di reti familiari, segnalate dai CdA e dal servizio di assistenza sociale ospedaliero, e consiste principalmente: - nell'adeguamento e allestimento di un ulteriore appartamento, da rendere disponibile per le accoglienze; - nell'allestimento di una camera per l'accoglienza di persone con disabilità - nell'arredamento dell'ampio terrazzo presente nella casa per renderlo accogliente e fruibile per tutti gli ospiti.

Arteterapia - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Locri - Gerace

Località: Locri RC

Ambito: Carità

Destinati: € 14.700

Anno: 2019

Il progetto intende offrire a 15 adolescenti e giovani - con difficoltà relazionali, a rischio di abbandono scolastico, di reclutamento malavitoso, di emarginazione sociale o che attraversino momentanei periodi di crisi personale e/o familiare - sostegno psicologico e modalità espressive (arte terapia, musico terapia, teatro...) di rielaborazione dei conflitti in atto. Verranno coinvolte adeguate figure professionali, e proposte dinamiche specifiche soprattutto in tema di ricollocazione del minore in difficoltà all'interno della comunità di appartenenza.

Rete diocesana degli Alzheimer café - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Locri - Gerace

Località: Bivongi RC

Ambito: Carità

Destinati: € 31.100

Anno: 2019

Il progetto vuole rispondere a un bisogno primario verso i malati di Alzheimer e i loro familiari rafforzando l’esperienza di Bivongi (comune a Nord della Diocesi) con l’avvio di un centro di Alzheimer cafè a Locri, comune situato nel centro della Diocesi per estenderlo. così su scala diocesana. E bene dire che sono in corso importanti studi sui ceppi genetici da parte del centro di Neurogenetica di Lamezia T. ormai da anni e che vi è un disagio ulteriore che ricade sui familiari dei malati di Alzheimer della Locride: ovvero la necessità di recarsi settimanalmente a Lamezia T. per essere assistiti dall’unico centro regionale in grado di dare risposte sanitarie efficaci alle condizioni del malato di Alzheimer affrontando un viaggio di 400 km e circa tre ore. Grazie alla preziosa partnership con il centro Neurologico regionale, una piccola equipe verrà nella locride per fare formazione ai caregiver, familiari e volontari e dar vita a effettivi e organizzati poli di Alzheimer cafè animati da volontari di associazioni, supportati da operatori professionisti a sostegno dei malati e dei loro familiari. Il progetto prende avvio con una articolata fase di sensibilizzazione sulla tematica ascoltando il territorio: medici di famiglia, associazioni per cooperare insieme, referenti ASP, gruppi parrocchiali, sindaci e assessorati di competenza, servizi sociali, continuerà con la formazione. Successivamente, si attiveranno con cadenza settimanale momenti a sostegno dei destinatari del progetto animati dai volontari delle associazioni.

Tutti i colori del mondo - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Locri - Gerace

Località: Locri RC

Ambito: Carità

Destinati: € 36.300

Anno: 2019

Con il presente progetto la Caritas Diocesana, supportata dalle varie realtà che già operano nel territorio per l'accoglienza e l'integrazione (Cooperativa Pathos, Fondazione Exodus) intende attivarsi e contribuire alla costruzione di un calendario di attività interculturali su alcuni ambiti specifici: - laboratorio di musica; - laboratorio di pittura e arte; - laboratorio teatrale; - momenti di scambio interculturale attraverso il cibo.

Una borsa per una nuova vita - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Locri - Gerace

Località: Bivongi RC

Ambito: Carità

Destinati: € 37.900

Anno: 2019

Il progetto prevede l'avvio di tirocini formativi di inserimento lavorativo o formazione professionale e all’autoimprenditorialità a favore di persone inoccupate, svantaggiate e disagiate, di migranti in uscita da comunità di accoglienza con il coinvolgimento di due cooperative territoriali: CORAS (ricamo a macchina ed a mano) e FELICE DA MATTI (raccolta abiti, olio vegetale esausto).

L'appetito vien studiando - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: CASSANO ALL' JONIO

Località: Cassano all'Ionio CS

Ambito: Carità

Destinati: € 40.000

Anno: 2018

Obiettivi generali del progetto sono: - sostegno al recupero di minori a rischio di dispersione scolastica e di minori a rischio di esclusione sociale. Favorire nei minori la capacità di orientarsi e di compiere scelte autonome per il proprio futuro scolastico e professionale e sostenere la famiglia rinforzandone la funzione genitoriale. Le attività previste sono: il sostegno scolastico dal lunedì al sabato dalle 14.30 alle 18, che prevede percorsi psicologici volti a promuovere un'adeguata maturazione emotiva; da percorsi di musicoterapia per favorire il minore anche nella relazione intragruppale; il doposcuola presso i locali del Centro Polivalente "S. Domenico situato all'interno del Seminario Diocesano in cui, tra l'altro sarà in funzione una mensa dal lunedì al venerdì, inserita dentro un progetto più ampio di educazione alimentare.Verrà costituito anche un "Fondo Libri" per rispondere concretamente alle difficoltà delle famiglie. Verranno organizzati dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 19.30 laboratori di informatica, musica, teatro, ceramica, di riciclo, educativo per i genitori (una volta al mese, con attività di ascolto, di informazione e di sensibilizzazione), uscite didattiche durante il periodo estivo, organizzate da enti ed organizzazioni pubbliche e private presenti sul territorio. A fine anno scolastico verrà organizzato un evento che sarà l'esito dei laboratori citati. Sempre nei mesi estivi (da metà giugno ai primi giorni di agosto) verrà organizzato un GREST per consentire ai minori e alle loro famiglie di vivere l'estate in modo divertente e lontano dai pericoli della strada, nell'acquisto del materiale didattico ordinario. Si segnalano qui i fondi diocesani.

L'appetito vien studiando - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: CASSANO ALL' JONIO

Località: Cassano all'Ionio CS

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2018

Obiettivi generali del progetto sono: - sostegno al recupero di minori a rischio di dispersione scolastica e di minori a rischio di esclusione sociale. Favorire nei minori la capacità di orientarsi e di compiere scelte autonome per il proprio futuro scolastico e professionale e sostenere la famiglia rinforzandone la funzione genitoriale . Le attività previste sono: il sostegno scolastico dal lunedì al sabato dalle 14.30 alle 18, che prevede percorsi psicologici volti a promuovere un'adeguata maturazione emotiva; da percorsi di musicoterapia per favorire il minore anche nella relazione intragruppale; il doposcuola presso i locali del Centro Polivalente "S. Domenico situato all'interno del Seminario Diocesano in cui, tra l'altro sarà in funzione una mensa dal lunedì al venerdì, inserita dentro un progetto più ampio di educazione alimentare.Verrà costituito anche un "Fondo Libri" per rispondere concretamente alle difficoltà delle famiglie. Verranno organizzati dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 19.30 laboratori di informatica, musica, teatro, ceramica, di riciclo, educativo per i genitori ( una volta al mese, con attività di ascolto, di informazione e di sensibilizzazione ) , uscite didattiche durante il periodo estivo, organizzate da enti ed organizzazioni pubbliche e private presenti sul territorio. A fine anno scolastico verrà organizzato un evento che sarà l'esito dei laboratori citati. Sempre nei mesi estivi ( da metà giugno ai primi giorni di agosto) verrà organizzato un GREST per consentire ai minori e alle loro famiglie di vivere l'estate in modo divertente e lontano dai pericoli della strada. nell'acquisto del materiale didattico ordinario.

CI SONO 16356 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Orizaba (Messico)

San Luis Gonzaga, scuola e dormitorio.

Roma

Piccolo Mondo, asilo nido multietnico.

Ales Terralba (OR)

Marcia della Pace.

Huayacocotla (Messico)

Progetto Fomento, sviluppo popolazioni indigene.

Caserta

Parrocchia del Buon Pastore, aiuto alla comunità.

Bologna

Voce del verbo accogliere, reinserimento sociale ex-detenuti.

Serramanna (SU)

Fattoria San Michele, comunità terapeutica.

Piacenza

Mensa della Fraternità, Caritas diocesana.

Ferrara

Casa Betania, accoglienza per donne e minori.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?