MAPPA 8XMILLE

Scopri i progetti.

×

Il muro invisibile - I anno

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Termoli - Larino

Località: Larino CB

Ambito: Carità

Destinati: € 13.450

Sito web: www.diocesitermolilarino.it

Condividi

Avvalendoci di un percorso terapeutico-espressivo attraverso l'ausilio di laboratori artigianali e artistici, riteniamo di poter aiutare gli abitanti della casa circondariale di Larino nell'affrontare un percorso volto a rielaborare la sofferenza (personale, familiare ed arrecata agli altri) e imparare nuovi stili di vita, sperimentandosi in ruoli sociali che non hanno mai avuto la possibilità di vivere.

Ricerca un progetto:

CI SONO 16487 PROGETTI

Il muro invisibile - I anno

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Termoli - Larino

Località: Larino CB

Ambito: Carità

Destinati: € 13.450

Avvalendoci di un percorso terapeutico-espressivo attraverso l'ausilio di laboratori artigianali e artistici, riteniamo di poter aiutare gli abitanti della casa circondariale di Larino nell'affrontare un percorso volto a rielaborare la sofferenza (personale, familiare ed arrecata agli altri) e imparare nuovi stili di vita, sperimentandosi in ruoli sociali che non hanno mai avuto la possibilità di vivere.

Casa dell'Amicizia... 2° tempo

Regione: Lazio

Diocesi: Frosinone - Veroli - Ferentino

Località: Ceccano FR

Ambito: Carità

Destinati: € 20.000

Il progetto prosegue le attività già avviate con l’omonimo progetto finanziato nel 2017 (progetto 61/2017) con l’obiettivo di potenziare il centro diurno per persone con disabilità attivato a Ceccano (FR) attraverso il rafforzamento delle iniziative laboratoriali proposte nella prima annualità (“creazioni creative”, “tavola dei sapori”, “l’orto dell’uomo buono”, “il giardino dell’amicizia”…), l’attivazione di novi percorsi (giornalismo, fotografia, social-media) “, il potenziamento delle attività ludiche, sportive e di socializzazione.

Centro sollievo Alzheimer - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 18.000

Anno: 2019

La Caritas Diocesana da tempo collabora con ’ Associazione Alzheimer -Nuoro e con la Cooperativa Sociale “Progetto Uomo”, cooperativa storica del territorio, che nella progettazione e gestione di servizi rivolti alla popolazione anziana e con disabilità, ha messo in campo energie e competenze professionali per rispondere ai bisogni delle persone affette da demenza ed alle loro famiglie. Attraverso tale collaborazione si è potuto riaprire nel 2017 un Centro di Sollievo per le persone affette da Demenza e Alzheimer. Attualmente, si garantisce l’apertura del centro per appena due pomeriggi alla settimana. Ad oggi i servizi e le prestazioni vengono garantiti a 12 utenti e consistono in : -Attività educative finalizzate al mantenimento delle abilità fisiche, cognitive, relazionali; Attività di socializzazione e ricreativo- culturali individuali (definite secondo le capacità ed interessi dei singoli ospiti) e collettive finalizzate alla conoscenza ed alla condivisione; Organizzazione e gestione di momenti di Informazione e Formazione di gruppo sugli   aspetti della malattia e sulle modalità di approccio ai più comuni problemi che la gestione  dei malati presenta ;Supporto ai familiari nella gestione della cura e assistenza; Ascolto, attraverso il colloquio diretto, per la rilevazione dei bisogni; Informazione e orientamento ai servizi offerti, agli interventi e alle risorse presenti nel territorio. L’idea progettuale di fondo qui esposta, è quindi quella di potenziare una realtà assistenziale già esistente, come sopra descritta. E in particolare si prevede: -apertura del Centro Sollievo, per 3 pomeriggi alla settimana ( martedì -mercoledì e giovedì  ) per un totale di 4 ore al giorno (a fronte degli attuali 2 pomeriggi); -acquisto di nuovi e necessari arredi finalizzati al maggior inserimento di nuovi ospiti, arrivando ad un numero complessivo di circa 20 persone.

Cinque pani e due pesci - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Ragusa

Località: Ragusa

Ambito: Carità

Destinati: € 20.000

Il progetto, biennale, si realizza nelle città di Ragusa, Comiso e Vittoria, ai cui Centri di Ascolto sarà affidata la cabina di regia per l'orientamento ai servizi di prossimità (mensa, ambulatori, prima accoglienza e housing first) in stretto collegamento con l'Osservatorio. In particolare, oltre all'implementazione del lavoro in rete e della capacità di leggere i diversi interventi, si prevede il potenziamento della mensa di Ragusa "Il Ristoro di San Francesco", portandone la capacità di servizio da 300 a 400 pasti a settimana, e incrementando le attività di educativa alimentare.

Ben-essere - I anno

Regione: Toscana

Diocesi: Livorno

Località: Livorno

Ambito: Carità

Destinati: € 130.000

Il progetto prevede il potenziamento strutturale e strumentale del servizio di igiene e cura personale della Caritas diocesana di Livorno nel quadro di una complessiva riorganizzazione delle modalità di accesso ai servizi caritativi diocesani (centro di ascolto, servizi di accoglienza, segretariato sociale...). Il servizio verrà attivato presso il "Villaggio della carità" da poco inaugurato a Livorno, nel quartiere popolare Corea, come "segno" voluto dal Vescovo in seguito al Giubileo della Misericordia.

Ricominciamo dalla casa - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Siracusa

Località: Siracusa

Ambito: Carità

Destinati: € 44.000

Anno: 2019

Il progetto, biennale, si realizza a beneficio di circa 80 persone senza dimora che saranno accompagnate secondo l'approccio ICM (Intensive Case Management), perchè principalmente famiglie o soggetti che non presentano gravi problematiche psicologiche o di dipendenza patologica. In particolare si prevede: - l'apertura di CdA specializzato sul disagio abitativo e l'accompagnamento alla ricerca della casa; - l'individuazione di 10 abitazioni, sul territorio diocesano, acquisite in locazione ma con la mediazione formale della Caritas diocesana che si impegnerà a garantire il pagamento delle mensilità d'affitto; - visite settimanali dell'équipe di tutoraggio specifica per ciascun gruppo di beneficiari, principalmente orientata all'ascolto, all'orientamento e all'accompagnamento ai servizi territoriali; - attivazione delle reti territoriali, in supporto a progetti personalizzati. Il progetto prevede anche una intensa attività di monitoraggio, finalizzata alla pubblicazione di un report al termine della seconda annualità.

Con-tatto

Regione: Campania

Diocesi: Caserta

Località: Caserta

Ambito: Carità

Destinati: € 76.250

Il progetto si struttura in due percorsi paralleli: l'attivazione di un "Centro per la famiglia" e l'organizzazione di workshop formativi presso scuole medie e superiori del comune di Caserta e provincia. Il "Centro per la Famiglia" si rivolge alle famiglie "fragili, che vivono una qualsiasi forma di disagio, fornendo servizi di assistenza sociale, legale psicologica e mediazione familiare mediante l'organizzazione e gestione di gruppi di ascolto, attivazione di un numero dedicato, gestione di situazioni di crisi (disabilità, terza età, minori a rischio) sportello legale (separazione, divorzio, legislazione dei minori), psicoterapia e terapia riabilitativa personale e familiare, corsi di supporto alla genitorialità e di preparazione alla nascita e alla fase post-parto, supporto alle famiglie migranti. Presso la sede della Caritas verrà istituito un ufficio con postazioni fisse che serviranno a registrare le famiglie in difficoltà. A tutti coloro che hanno anche difficoltà economiche significative verranno consegnati degli aiuti materiali ( pagamento di bollette, pacchi alimentari, buoni libro). A coloro invece che sono impossibilitati a raggiungere la sede Caritas si erogheranno dei rimborsi spese. Inoltre, per tutte quelle coppie in evidente difficoltà nella gestione della propria genitorialità verranno erogati sussidi come pacchi di pannolini, giochi, medicinali. Per quel che riguarda i workshops temi riguarderanno l'integrazione e i diritti, la violenza di genere, comunicazione digitale, il bullismo e il cyberbullismo. Verrà istituito anche uno sportello d'ascolto. In ogni scuola saranno presenti di uno psicoterapeuta, un'operatrici per l'infanzia ed un coordinatrice. Verrà organizzata una campagna comunicazionale rivolta alle famiglie, al territorio, agli alunni. Si realizzerà un sito web dedicato ai temi legati alla famiglia. Alla fine dei due anni di lavoro verranno raccolte tutte le storie, gli interventi per la pubblicazione di un dossier.

Conosciamoci - I anno

Regione: Toscana

Diocesi: Prato

Località: Prato

Ambito: Carità

Destinati: € 19.700

Il progetto prevede azioni di accompagnamento rivolte alle famiglie immigrate (soprattutto alle donne) che si presentano ai servizi caritativi diocesani. Saranno proposte attività volte all’autonomia nella gestione familiare quotidiana con particolare attenzione alla comprensione della lingua italiana e alla conoscenza e accesso ai servizi del territorio., attraverso azioni di: • ascolto empatico; • corsi di lingua italiana per le donne; • facilitazione delle relazioni scuola-famiglia e in generale con gli uffici pubblici; • incontri di verifica e tutoraggio ai nuclei con particolari situazioni di disagio; • rete di sostegno educativo per le famiglie con più di due figli piccoli e sostenere il percorso di studi degli adolescenti in collaborazione con le altre realtà del territorio.

SOSteniamo il lavoro - II anno

Regione: Umbria

Diocesi: Perugia - Città della Pieve

Località: Perugia

Ambito: Carità

Destinati: € 140.000

Il progetto nasce dalla convinzione che per contrastare il rischio di povertà ed esclusione sociale, in cui tante persone scivolano, sia necessario ripartire dal lavoro degno, ragionevolmente retribuito e stabile. Il progetto mira a far uscire dal cono d'ombra sociale, psicologico ed economico le persone che vivono questa condizione di rischio, per accompagnarle verso un percorso di autonomia e per lanciare un monito ed un segno di carità fraterna alla comunità territoriale. Nel primo anno il progetto si focalizzerà sullo sviluppo di un servizio di orientamento e di tutoraggio finalizzato alla ricerca attiva del lavoro e a facilitare l'inserimento o il reinserimento lavorativo mediante un processo di valorizzazione delle motivazioni, delle attitudini e delle competenze dei candidati. La prima fase sarà costituita da una campagna di comunicazione per il lancio del progetto attraverso una conferenza stampa, quotidiani, tv e radio locali e con l'uso del sito web web e dei socials. Nel secondo anno il progetto avrà un target più specifico, con l'obiettivo di trovare una soluzione al problema della condizione dei giovani NEET. Il servizio di orientamento e tutoraggio prevederà l'attivazione di percorsi di accompagnamento all'autonomia incentrati sulla valorizzazione dei talenti attraverso lo sviluppo di competenze, di mestieri, di professionalità che siano in grado di fornire gli strumenti necessari per fare della propria passione il proprio lavoro. Tornando alla prima annualità, grazie all'esperienza maturata nell'ultimo anno, saranno introdotti nuovi accorgimenti che miglioreranno il processo di selezione dei candidati: la partecipazione al nuovo progetto sarà infatti caratterizzata da un bando di selezione. A seconda dei casi, l'orientamento prevederà l'attivazione di specifici percorsi di avvio all'autonomia: corsi di formazione professionale organizzati da Enti accreditati organizzati a tutti i livelli: post-scuola dell'obbligo, post-diploma e diploma universitario, post-laurea che si concluderanno con un esame finale, superato il quale si ha diritto ad un attestato di qualifica o di frequenza legalmente riconosciuti ( 15 nel 2018); tirocini extracurriculari( 10 attivazioni previste nel 2018, altrettante nel 2019 con particolare attenzione alla possibilità di trasformazione del tirocinio in contratto di assunzione); borse studio/lavoro, accompagnamento all’avvio di piccole imprese, (10 attivazioni previste nel 2018 e 10 nel 2019); laboratori di inserimento lavorativo. Accanto a queste attività operative, il progetto promuoverà le proprie finalità e i contenuti per sensibilizzare la comunità cristiana. Verrà organizzato anche un evento sul tema del lavoro e dell'inclusione sociale

Insieme ai minori, costruttori del futuro - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Rossano - Cariati

Località: Rossano CS

Ambito: Carità

Destinati: € 119.500

Un centro educativo dove i minori, provenienti dal centro storico di Rossano, possano sentirsi accolti e possano maturare le proprie competenze con il supporto degli educatori nella loro crescita e nella scoperta delle loro potenzialità. In un territorio pieno di difficoltà di vario genere, la finalità scopo è quello di istituire un servizio che si ponga come tentativo attivo per combattere i rischi di esclusione sociale e di abbandono scolastico dei minori in un'età critica come quella adolescenziale. Le aree d'intervento sono le seguenti: disagio socio-economico, scolastico, relazionale-comunicativo. A tal proposito verranno sviluppati 5 moduli tematici che vanno dalla conoscenza di sé alla relazione che il minore ha con l'ambiente e precisamente: " Io al centro: conoscenza di sé e percezione corporea"; "Io in relazione alla famiglia: Comunicazione e Relazione"; "Io in relazione alla scuola: motivazione e impegno"; " Io in relazione alle mie emozioni: sviluppo del pensiero critico"; "Io in relazione all'ambiente: Cittadinanza attiva". Tali attività vedranno coinvolte 1 coordinatore, 3 animatori che si occuperanno dei vari laboratori e 4 operatori. Il centro sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19.

L'appetito vien donando - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Siracusa

Località: Siracusa

Ambito: Carità

Destinati: € 52.000

Il progetto, biennale, consiste nella realizzazione di un Emporio Solidale Alimentare a Siracusa, a completamento di quanto già avviato dal 2014 dalla Caritas diocesana di Siracusa con il Bazar della Solidarietà per la distribuzione di prodotti per l'igiene e la cura della persona e della casa. L'emporio fungerà da centro di raccolta e distribuzione di beni alimentari, reperiti tanto attraverso specifici eventi di raccolta con il coinvolgimento delle parrocchie e della comunità, quanto attraverso il recupero delle eccedenze alimentari.

ARIA - Accompagnamento, relazioni, inserimento lavorativo, abitazione - I anno

Regione: Toscana

Diocesi: Prato

Località: Prato PO

Ambito: Carità

Destinati: € 49.000

Anno: 2018

Presso la struttura di “Casa Betania” si vuole ampliare il servizio offerto a uomini soli senza o con basso reddito e l’attività di accoglienza per i detenuti che usufruiscono delle misure alternative in affidamento al servizio sociale. Verranno riservati 3 posti letto per l’accoglienza dei detenuti e rimane la possibilità di ospitare 18 uomini che vivono situazioni di disagio sociale ed economico. Sarà presente in struttura un operatore con laurea in servizio sociale che possa seguire tutti i percorsi sia per i detenuti che per gli altri ospiti. Si ritiene necessaria la durata biennale del progetto per le tempistiche che caratterizzano i reinserimenti sociali di questi ospiti e per le altre tempistiche che riguardano i detenuti. Oltre all’accoglienza temporanea tramite l’operatore si vogliono realizzare percorsi di supporto nella risoluzione delle problematiche relative a casa, lavoro e relazione con i figli oltre che di recupero di una rete amicale o parentale. E’ previsto il lavoro di rete con il servizio sociale territoriale e con lo UEPE oltre a incontri individuali periodici di monitoraggio dei vari percorsi. Si punterà sul recupero o sviluppo di reti amicali e parentali e alla ricerca di adeguate soluzioni abitative. L’accompagnamento mirato all'inserimento lavorativo prevede anche la proposta di fare percorsi formativi per una riqualifica lavorativa. Per il coinvolgimento delle comunità parrocchiali e della cittadinanza si vogliono organizzare in struttura incontri con gruppi di giovani tenuti dagli ospiti e occasioni per coinvolgere nuovi volontari in struttura che possano essere di supporto agli ospiti

Legami che liberano - II anno

Regione: Emilia Romagna

Diocesi: Modena - Nonantola

Località: Modena

Ambito: Carità

Destinati: € 175.000

Anno: 2019

Il progetto si realizza a Modena, principalmente presso il Centro di Accoglienza Papa Francesco inaugurato a giugno del 2018, e prosegue, potenziandole, le attività avviate nella prima annualità a beneficio di persone senza dimora e/o in stato di grave marginalità sociale. Nello specifico di prevede: - lo sviluppo del Centro diurno, con la prosecuzione dei laboratori di accompagnamento relazione, e la scuola di italiano, e il potenziamento dello "Spazio Donna" con la realizzazione di un piccolo atelier; - la prosecuzione delle accoglienze presso il centro Papa Francesco, qualificate dalla supervisione dell'èquipe di operatori (ed ex beneficiari) ad opera di una pedagogista e l'apertura a gruppi parrocchiali esperienze di vita comunitaria; - l'avvio dell'accoglienza invernale, con la ristrutturazione dei locali al terzo piano dell'immobile; - la prosecuzione delle accoglienze per ragazze impegnate in percorsi di accompagnamento con la Caritas diocesana, e quella per un nucleo familiare in collaborazione con la parrocchia e i servizi sociali. In questa annualità, inoltre andranno a regime le attività di educazione alimentare e recupero delle eccedenze, con l'integrazione nel progetto delle attività dell'emporio di Medolla, recentemente avviato dalle parrocchie della zona.

Insieme si può - I anno

Regione: Lazio

Diocesi: Frosinone - Veroli - Ferentino

Località: Frosinone

Ambito: Carità

Destinati: € 20.000

Il progetto, biennale, si realizza nella cittadina di Frosinone e consiste nell'accompagnamento alla casa per 12 uomini adulti senza dimora (nei due anni), su una popolazione di 35 individui senza tetto. Alle persone, in carico ai CdA, verrà offerta la possibilità di un percorso che, valutate le condizioni economiche e sociali e la compatibilità con altri destinatari del progetto, sfoci nella co-abitazione in due appartamenti in città. I percorsi abitativi saranno monitorati da tutor personali con incontri settimanali. Il monitoraggio mensile fornirà strumenti per l'interlocuzione con i servizi sociali.

Chiesa famiglia di famiglie 3

Regione: Sicilia

Diocesi: Mazara del Vallo

Località: Mazara del Vallo TP

Ambito: Carità

Destinati: € 130.000

Il progetto, proposto come biennale, consiste nel potenziamento del Centro Polivalente per famiglie realizzato presso il Seminario Casa Santa a Mazara del Vallo. Oltre a lavori sulla struttura (messa in sicurezza della facciata e realizzazione di un ascensore per poter utilizzare anche i locali ai piani superiori), è prevista la realizzazione di attività dedicate a famiglie, anziani e minori, quali: - consulenza sociale e psicologica - scuola per genitori e promozione della solidarietà familiare - laboratorio socio educativi per ragazzi - formazione all'uso responsabile dei social network - attività di aggregazione per anziani, cui sarà proposta la partecipazione ad attività in aula progettate con le scuole dell'infanzia del territorio

CI SONO 16487 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Tortolì (NU)

Microcredito, Caritas diocesana.

Ales Terralba (OR)

Marcia della Pace.

Roma

La Casa nelle Stelle, assistenza notturna.

Piacenza

Mensa della Fraternità, Caritas diocesana.

Caprarola (VT)

Piccola casa della Misericordia, centro diurno per ragazzi disabili.

Huayacocotla (Messico)

Progetto Fomento, sviluppo popolazioni indigene.

Ferrara

Casa Betania, accoglienza per donne e minori.

Padulle (BO)

Dispensa Solidale, assistenza alimentare.

Tortolì (NU)

Mensa Caritas.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?