MAPPA 8XMILLE

Scopri i progetti.

×

Di nuovo cittadini - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Palermo

Località: Palermo

Ambito: Carità

Destinati: € 11.000

Anno: 2018

Condividi

La Chiesa invita a una “conversione culturale” in cui la “giustizia riconciliativa” prevalga sulla «giustizia retributiva». Ciò permette sia di offrire alle vittime un ruolo attivo, sia di restituire alla società la responsabilità di rieducare. Lo aveva detto anche Cesare Beccaria: “Se le pene saranno moderate… sarà tolto lo squallore e la fame dalle carceri… la compassione e l’umanità penetreranno le porte ferrate”. L’esigenza personale del detenuto di vivere in carcere un tempo di riabilitazione e di maturazione è infatti esigenza della stessa società, sia per recuperare una persona che possa validamente contribuire al bene di tutti, sia per depotenziare la tendenza a delinquere e la pericolosità sociale. Proprio su questa focalizzazione, il progetto intende porre l’attenzione sul percorso di revisione critica legato all’azione dissociale compiuta, non solo in termini di regola disattesa, ma nell’aspetto personale, familiare e sociale. Per tale ragione, saranno proposte attività di rilevanza psicoterapeutica e pedagogica, all’interno di sezioni speciali, definite su proposta della direzione dell’Istituto penitenziario. La Chiesa entra in questo modo nella sfera del trattamento penitenziario, non solo in termini assistenziali, ma anche e soprattutto come impegno, in modo concreto e non solo come affermazione di un principio, per una effettiva rieducazione della persona, richiesta sia in funzione della dignità del detenuto stesso, sia in vista del suo reinserimento sociale. Il modello gruppale di revisione e ripensamento dell'azione dissociale sarà riproposto con i detenuti che svolgono attività di volontariato in misura alternativa e/o LPU presi incarico dalla nostra Caritas diocesana all'esteno della dimensione carceraria. Per la comunità che accoglie e il sociale sarà definito un piano di sensibilizzazione e informazione che coinvolgerà parrocchie, movimenti, associazioni, al fine di ampliare la rete di supporto esistente, ancora difficile da sviluppare, soprattutto verso i detenuti che possono godere di un beneficio e/o misura alternativa alla detenzione. Particolare attenzione sarà rivolta alla collaborazione con il volontariato interno e con i cappellani. Ulteriore azione riguarderà il sostegno ai detenuti e alle famiglie dei detenuti,quest’ultime gravate dall’assenza di un reddito o con redditi incapaci di potere garantire un minimo di sussistenza familiare, anche attraverso tirocini, borse lavoro/studio.

Ricerca un progetto:

CI SONO 16488 PROGETTI

I pericoli della rete - I anno

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Chieti - Vasto

Località: Vasto CH

Ambito: Carità

Destinati: € 45.000

Anno: 2018

Il progetto, proposto come biennale, si realizza a Vasto, presso la parrocchia di San Paolo Apostolo e consiste nella realizzazione di percorsi formativi e laboratori esperienziali, arricchiti da giochi di ruolo e confronti con esperti di settore, sull'uso di Instant Messaging e social network, la sicurezza sul web, le potenzialità della rete. Destinatari degli interventi sono bambini e ragazzi dai 10 anni, e le loro famiglie, oltre a docenti, educatori e catechisti.

Raccolta alimentare porta a porta - I anno

Regione: Basilicata

Diocesi: Acerenza

Località: Acerenza PZ

Ambito: Carità

Destinati: € 60.000

Il progetto, biennale, si realizza nelle quattro zone pastorali della Diocesi di Acerenza, a beneficio, complessivamente, di circa 1.000 famiglie in carico ai CdA parrocchiali. Consiste principalmente nella realizzazione di raccolte alimentari "porta a porta", con cadenza mensile, a turno in uno dei comuni del territorio diocesano, per incrementale le risorse garantite dal programma europeo FEAD. Nel corso del biennio si provvederà ad allestire adeguatamente il magazzino viveri diocesano e quelli dei 14 CdA parrocchiali.

Emporio Osimo 2

Regione: Marche

Diocesi: Ancona - Osimo

Località: Osimo AN

Ambito: Carità

Destinati: € 130.000

Il progetto, presentato per la sola annualità 2018, prevede il rafforzamento delle attività dell'Emporio solidale avviato nel 2017 a Osimo, a beneficio di circa 500 famiglie. Oltre all'acquisto di un automezzo per il recupero delle eccedenze alimentari, si prevede un particolare investimento nelle attività di animazione di parrocchie e scuole, e di attivazione delle risorse territoriali: associazioni, piccoli esercenti, GDO. Il progetto prevede la realizzazione di un unico punto di distribuzione viveri cittadino, con la realizzazione di un "Emporio della Solidarietà" che sia una opera segno tangibile della Chiesa locale fungendo da strumento di animazione per l'intera Comunità sia laica che cristiana. L'Emporio vuole essere uno strumento innovativo offerto alle famiglie in difficoltà, puntando l'attenzione sulla autonomia e sulla promozione umana di ogni individuo. L'ottica del progetto di tipo caritativo, si contrappone pesantemente alle dinamiche assistenzialistiche passate, cercando di porre al centro di tutto la persona. La seconda annualità del progetto prevede oltre alla gestione ordinaria dell' Emporio, che richiede un ulteriore aiuto, in quanto in fase di avvio, azioni specifiche di coinvolgimento ed animazione territoriali; in modo particolare, si porteranno avanti lavori di animazione con le parrocchie, con le scuole e con le associazioni di volontariato del territorio.

Nuovi Orizzonti - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Teggiano - Policastro

Località: Teggiano SA

Ambito: Carità

Destinati: € 9.900

Il progetto, biennale, si realizza a Teggiano. Consiste principalmente nella attivazione di tirocini formativi per 10 giovani inoccupati, con il supporto di due cooperative sociali per l'accompagnamento dei beneficiari e la tessitura di una rete di imprese disponibili all'accoglienza.

Centro sollievo Alzheimer - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 18.000

Anno: 2019

La Caritas Diocesana da tempo collabora con ’ Associazione Alzheimer -Nuoro e con la Cooperativa Sociale “Progetto Uomo”, cooperativa storica del territorio, che nella progettazione e gestione di servizi rivolti alla popolazione anziana e con disabilità, ha messo in campo energie e competenze professionali per rispondere ai bisogni delle persone affette da demenza ed alle loro famiglie. Attraverso tale collaborazione si è potuto riaprire nel 2017 un Centro di Sollievo per le persone affette da Demenza e Alzheimer. Attualmente, si garantisce l’apertura del centro per appena due pomeriggi alla settimana. Ad oggi i servizi e le prestazioni vengono garantiti a 12 utenti e consistono in : -Attività educative finalizzate al mantenimento delle abilità fisiche, cognitive, relazionali; Attività di socializzazione e ricreativo- culturali individuali (definite secondo le capacità ed interessi dei singoli ospiti) e collettive finalizzate alla conoscenza ed alla condivisione; Organizzazione e gestione di momenti di Informazione e Formazione di gruppo sugli   aspetti della malattia e sulle modalità di approccio ai più comuni problemi che la gestione  dei malati presenta ;Supporto ai familiari nella gestione della cura e assistenza; Ascolto, attraverso il colloquio diretto, per la rilevazione dei bisogni; Informazione e orientamento ai servizi offerti, agli interventi e alle risorse presenti nel territorio. L’idea progettuale di fondo qui esposta, è quindi quella di potenziare una realtà assistenziale già esistente, come sopra descritta. E in particolare si prevede: -apertura del Centro Sollievo, per 3 pomeriggi alla settimana ( martedì -mercoledì e giovedì  ) per un totale di 4 ore al giorno (a fronte degli attuali 2 pomeriggi); -acquisto di nuovi e necessari arredi finalizzati al maggior inserimento di nuovi ospiti, arrivando ad un numero complessivo di circa 20 persone.

Chiesa famiglia di famiglie 3

Regione: Sicilia

Diocesi: Mazara del Vallo

Località: Mazara del Vallo TP

Ambito: Carità

Destinati: € 130.000

Il progetto, proposto come biennale, consiste nel potenziamento del Centro Polivalente per famiglie realizzato presso il Seminario Casa Santa a Mazara del Vallo. Oltre a lavori sulla struttura (messa in sicurezza della facciata e realizzazione di un ascensore per poter utilizzare anche i locali ai piani superiori), è prevista la realizzazione di attività dedicate a famiglie, anziani e minori, quali: - consulenza sociale e psicologica - scuola per genitori e promozione della solidarietà familiare - laboratorio socio educativi per ragazzi - formazione all'uso responsabile dei social network - attività di aggregazione per anziani, cui sarà proposta la partecipazione ad attività in aula progettate con le scuole dell'infanzia del territorio

Ricominciamo dalla casa - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Siracusa

Località: Siracusa

Ambito: Carità

Destinati: € 44.000

Anno: 2019

Il progetto, biennale, si realizza a beneficio di circa 80 persone senza dimora che saranno accompagnate secondo l'approccio ICM (Intensive Case Management), perchè principalmente famiglie o soggetti che non presentano gravi problematiche psicologiche o di dipendenza patologica. In particolare si prevede: - l'apertura di CdA specializzato sul disagio abitativo e l'accompagnamento alla ricerca della casa; - l'individuazione di 10 abitazioni, sul territorio diocesano, acquisite in locazione ma con la mediazione formale della Caritas diocesana che si impegnerà a garantire il pagamento delle mensilità d'affitto; - visite settimanali dell'équipe di tutoraggio specifica per ciascun gruppo di beneficiari, principalmente orientata all'ascolto, all'orientamento e all'accompagnamento ai servizi territoriali; - attivazione delle reti territoriali, in supporto a progetti personalizzati. Il progetto prevede anche una intensa attività di monitoraggio, finalizzata alla pubblicazione di un report al termine della seconda annualità.

Alma Mater - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Catanzaro - Squillace

Località: Catanzaro

Ambito: Carità

Destinati: € 70.000

La Casa Alma Mater è una struttura in grado di accogliere massimo 5 nuclei familiari di degenti (anche minori) ricoverati presso gli ospedali della città, in particolare persone che non hanno altri punti di riferimento e/o che vivono in situazione di disagio. I servizi offerti sono: Accoglienza in uno dei cinque monolocali con il supporto di un educatore. L’educatore con funzioni anche di coordinamento, garantisce la reperibilità per l’accoglienza ed il supporto alle famiglie per tutte le loro esigenze all’interno della struttura. Supporto psicologico con una professionista all’interno della struttura. Ascolto e aiuto per disbrigo pratiche, le famiglie sono affiancate da un’assistente sociale, anche lei all’interno della struttura. Assistenza in ospedale tramite un operatore socio sanitario per aiutare i pazienti nell’assunzione dei pasti, affiancamento ai familiari e all’ammalato e sostegno notturno. Trasporto: è un servizio di accompagnamento ai pazienti o familiari dalla casa in ospedale. Il trasporto viene garantito con un furgone omologato per trasporto persone, anche disabili.

Oasi del Carmelo

Regione: Basilicata

Diocesi: Tricarico

Località: Tricarico MT

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2019

Il progetto, proposto come biennale, si realizza a Tricarico, presso il Convento del Carmine, dove nel novembre scorso è stata inaugurata l'Oasi del Carmelo, un centro multiservizi e polivalente pensato per offrire prime risposte a bisogni economici, materiali e relazionali. Le attività previste dal progetto prevedono in particolare lo sviluppo dei seguenti servizi: - mensa, connessa ai servizi di ascolto e alla possibilità di partecipare a laboratori socio-educativi; - sportello antiusura e sovraindebitamento, in collaborazione con il CESTRIM di Potenza; - ambulatorio e farmacia solidale, in convenzione con il Banco Farmaceutico.

Educ-Arte-Nativo - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Acerra

Località: Acerra NA

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2018

Con il progetto si intende realizzare un centro di aggregazione nella città di Acerra, per colmare la mancanza di luoghi aggregativi per minori ed adolescenti dai 6 ai 17 anni che manifestano forme di disagio (stimati in circa 100) quali: fallimento e abbandono scolastico; disturbi del comportamento e dell'apprendimento (aggressività verso i coetanei e gli adulti, bullismo, uso di sostanze); disturbi alimentari. Il Centro, valorizzando uno spazio esistente inutilizzato, intende essere anche un luogo di confronto e di studio sul tema del disagio minorile.

La comunità è dimora - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Salerno - Campagna - Acerno

Località: Salerno

Ambito: Carità

Destinati: € 200.000

Il progetto, biennale, si realizza a Salerno e consiste principalmente nella realizzazione di un centro diurno - con servizi doccia e lavanderia - a beneficio della popolazione (circa 1000 persone) senza dimora e in grave disagio relazionale presente in città. Oltre all'adeguamento e all'allestimento dei locali resi disponibili dalla Diocesi, si prevede: - la formazione specifica degli operatori volontari da attivare presso il centro e in unità di strada; - l'acquisto di un mezzo di trasporto per potenziare l'embrione di servizio itinerante già avviato; - l'apertura di due sportelli "Help" nelle periferie della diocesi, a Pellezzano presso Casa don Giovanni Pirone e a Campolongo-Eboli presso Casa Betlemme, per le prime risposte materiali e l'orientamento ai servizi; - l'offerta di opportunità formative, in forma laboratoriale, orientate al potenziamento delle capacità relazioni e all'autoconsapevolezza: corsi di lingua per stranieri, cura dell'igiene personale, educazione alimentare e alfabetizzazione informatica. Il progetto si realizza su più sedi, questa è la sede del Centro diurno.

Lingue e lavoro - I anno

Regione: Triveneto

Diocesi: BOLZANO-BRESSANONE

Località: Bolzano

Ambito: Carità

Destinati: € 71.650

Anno: 2018

Il progetto prevede interventi a piccoli gruppi tesi a migliorare la qualità dell'apprendimento delle lingue italiana e/o tedesca rivolto a persone richiedenti asilo, individuando le necessità formative, anche in vista di un potenziale impiego, e implementando le competenze linguistiche già acquisite. Inoltre il progetto prevede lo creazione di borse-studio, cioè lo concessione di contributi alla persona per finanziare i costi di percorsi formativi orientati all'inserimento lavorativo.

Parola e memoria non mollare - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 24.400

Anno: 2019

Lo scenario socio assistenziale degli ultimi anni è caratterizzato dal continuo taglio delle risorse destinate ai servizi di neuropsichiatria infantile in relazione ai disturbi specifici di apprendimento. E’ in tale contesto che il presente progetto si propone di fornire aiuto didattico mirato e adattato a bambini della scuola primaria della nostra Diocesi che siano stati diagnosticati come dislessici, disortografici o discalculici. Oltre a tutto questo, si vuole sostenere percorsi di studio nelle scuole superiori e Università per aiutare le famiglie con difficoltà economiche che non riescono a sostenere le spese per lo studio dei figli.

Oltre il cibo - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 47.650

Anno: 2019

Il progetto, biennale, propone l'allestimento di una mensa nella città di Nuoro, a beneficio di circa 100 persone in condizione di grave deprivazione materiale ed esclusione sociale. La mensa è già stata realizzata dalla Diocesi di Nuoro presso locali di proprietà della Chiesa locale, in sostituzione di servizi analoghi ma purtroppo inadeguati attivati in passato presso due parrocchie. Accanto alla mensa sono stati approntati servizi docce, lavanderia, armadio solidale, e una sala per socializzazione.

Abitare - I anno

Regione: Triveneto

Diocesi: BOLZANO-BRESSANONE

Località: Bressanone BZ

Ambito: Carità

Destinati: € 132.250

Anno: 2018

Il progetto mira a potenziare risposte concrete alla mancanza di alloggi attraverso il modello dell’HL - Housing Led (servizi finalizzati all’inserimento abitativo, ma di più bassa intensità, durata e destinati a categorie non croniche) destinati ad accoglienza temporanea prima di un alloggio definitivo per persone che non hanno bisogno di un accompagnamento intensivo o progetti, dove la condivisione di un alloggio è elemento principale per il rafforzamento delle competenze sociali per un reinserimento attivo nelle comunità. Nello specifico il progetto è pensato soprattutto per coloro che svolgono attività lavorativa, ma in forme precarie, temporanee, con redditi troppo ridotti per permettersi cauzioni e pagamento regolare degli affitti; per persone che sono state espulse dal circuito lavorativo aver 50, per famiglie, soprattutto migranti e in generale per persone senza dimora. Il progetto si attua a Bressanone e Caldaro (riorganizzazione di 20 alloggi), Merano (casa S. Maria con la creazione di 10 alloggi, Bolzano (creazione di nuove potenzialità di accoglienza).

CI SONO 16488 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Piacenza

Mensa della Fraternità, Caritas diocesana.

Ales Terralba (OR)

Marcia della Pace.

Orizaba (Messico)

San Luis Gonzaga, scuola e dormitorio.

Tortolì (NU)

Mensa Caritas.

Ferrara

Casa Betania, accoglienza per donne e minori.

Tortolì (NU)

Microcredito, Caritas diocesana.

Padulle (BO)

Dispensa Solidale, assistenza alimentare.

Caserta

Parrocchia del Buon Pastore, aiuto alla comunità.

Caprarola (VT)

Piccola casa della Misericordia, centro diurno per ragazzi disabili.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?