MAPPA 8XMILLE

Scopri i progetti.

×

Abitare - I anno

Regione: Triveneto

Diocesi: BOLZANO-BRESSANONE

Località: Bressanone BZ

Ambito: Carità

Destinati: € 132.250

Anno: 2018

Sito web: www.caritas.bz.it

Condividi

Il progetto mira a potenziare risposte concrete alla mancanza di alloggi attraverso il modello dell’HL - Housing Led (servizi finalizzati all’inserimento abitativo, ma di più bassa intensità, durata e destinati a categorie non croniche) destinati ad accoglienza temporanea prima di un alloggio definitivo per persone che non hanno bisogno di un accompagnamento intensivo o progetti, dove la condivisione di un alloggio è elemento principale per il rafforzamento delle competenze sociali per un reinserimento attivo nelle comunità. Nello specifico il progetto è pensato soprattutto per coloro che svolgono attività lavorativa, ma in forme precarie, temporanee, con redditi troppo ridotti per permettersi cauzioni e pagamento regolare degli affitti; per persone che sono state espulse dal circuito lavorativo aver 50, per famiglie, soprattutto migranti e in generale per persone senza dimora. Il progetto si attua a Bressanone e Caldaro (riorganizzazione di 20 alloggi), Merano (casa S. Maria con la creazione di 10 alloggi, Bolzano (creazione di nuove potenzialità di accoglienza).

Ricerca un progetto:

CI SONO 16489 PROGETTI

Partecibiamo 2

Regione: Calabria

Diocesi: Cosenza - Bisignano

Località: Cosenza

Ambito: Carità

Destinati: € 60.000

Anno: 2018

Il progetto costituisce la seconda e terza annualità del progetto avviato nel 2016 con la costituzione di un Emporio sociali nella città di Cosenza, a beneficio di circa 300 famiglie. La presa in carico, la valutazione e l'accompagnamento delle famiglie è condivisa con 10 CdA parrocchiali invianti.

Poliambulatorio amico 2

Regione: Marche

Diocesi: San Benedetto del Tronto - Ripatransone - Montalto

Località: San Benedetto del Tronto AP

Ambito: Carità

Destinati: € 120.000

Anno: 2018

Il progetto ha il fine di erogare servizi sanitari e di educazione alla salute, di tipo gratuito a favore di persone che a causa di un forte disagio economico e sociale non hanno accesso alle cure di base o specialistiche anche a causa delle lunghe liste di attesa e dell’impossibilità di rivolgersi a strutture private. Il progetto si innesta sulla positiva esperienza realizzata dal Poliambulatorio della Caritas Diocesana attivo fin dal 2015, potenziando i servizi di cura odontoiatrica ed igiene dentale, ed ampliandoli con nuovi servizi come sostegno psicologico, piccoli interventi di flebologia, dermatologia, ginecologia e ortopedia, logopedia e ortodonzia per bambini. Il progetto si articola su due sedi. Questo è l'ambulatorio medico presso la sede della Caritas diocesana.

Chiesa del Carmine a Giuliana

Regione: Sicilia

Diocesi: Monreale

Località: Giuliana PA

Ambito: Culto e Pastorale

Destinati: € 125.000

Anno: dal 2015 al 2016

Un centro storico arabo-normanno di grande suggestione e nemmeno una chiesa agibile. A Giuliana (in provincia di Palermo e in diocesi di Monreale), la chiesa madre è chiusa da 15 anni per dissesto idrogeologico. E sono pericolanti le chiese minori, patrimonio senza manutenzione. La comunità si riuniva nella chiesa del Carmine, davanti all’immagine della patrona, la Madonna dell’Udienza (cioè che ascolta i bisogni di chi la invoca), di scuola gagginiana, con il Bambino che le porge la melagrana, simbolo dell’unità della Chiesa. Tuttavia anche il tempio cinquecentesco era sotto controllo per il degrado. E anche lì si verificarono crolli della cornice della volta. A quel punto la chiusura impose decisioni nuove. Ora la chiesa è restituita ad un comunità coesa, che ha riscritto le regole della corresponsabilità rispetto al passato. Davanti allo splendore ritrovato dei colori originali giallo, azzurro, rosa e oro, “è stato come riappropriarsi della storia comune. E di un patrimonio fragile e unico, che tramanda arte e fede all’intero Paese” spiega don Antonino Di Chiara.

O.A.S.I. Salute - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Acireale

Località: Aci Sant'Antonio CT

Ambito: Carità

Destinati: € 18.000

Anno: 2019

Il progetto, proposto come biennale, si realizza ad ACI Sant'Antonio, per circa 300 anziano residenti sul territorio della Diocesi di Acireale. Si prevede: - la realizzazione di "convegni itineranti" nei 6 vicariati, per l'informazione e l'educazione alla salute e alla prevenzione rivolta prevalentemente agli anziani e ai beneficiari dei CdA; - l'allestimento di un poliambulatorio clinico multidisciplinare aperto al pubblico presso la sede del progetto OASI, ad Aci Sant'Antonio, che stipulerà un apposita convenzione con il CdA e le parrocchie per l'erogazione gratuita di visite mediche e screening ai soggetti inviati da queste realtà; - la realizzazione di un corso biennale ECM di pastorale sanitaria (tramite provider per l'accreditamento) per la formazione di "esperti in pastorale sanitaria".

Centro diurno - I anno

Regione: Triveneto

Diocesi: Treviso

Località: Treviso

Ambito: Carità

Destinati: € 23.100

Obiettivi specifici sono: (1) mappatura dell'esistente: nel Comune capoluogo operano una molteplice varietà di associazioni, gruppi informali e cooperative sociali, risulta di interesse collettivo una mappatura delle varie proposte già esistenti. (2) Creare rete: mettere in comunicazione le differenti proposte rivolte ai senza fissa dimora. (3) Attivare un percorso di co-progettazione per il coordinamento dell'esistente e la messa all'opera di nuove iniziative a copertura delle necessità che si riscontreranno scoperte. (4) Animare e sensibilizzare le comunità alle problematiche delle persone senza dimora. Il fulcro della progettualità non è quello di creare un luogo fisico per le attività diurne, ma di creare una sorta di centro diurno "diffuso" che valorizzi l'esistente, sia nel campo dei servizi per loro natura pubblici sia quelle attività più o meno spontanee nate nella città di Treviso.

Casa della Carità "San Giuseppe da Copertino"

Regione: Puglia

Diocesi: Otranto

Località: Poggiardo LE

Ambito: Carità

Destinati: € 115.500

Il progetto intende potenziare i servizi diocesani già attivi nell'area sud della Diocesi di Otranto, in particolare nei vicariati di Poggiardo (LE) e Castro (LE), attraverso la riqualificazione funzionale di uno stabile di proprietà della locale parrocchia al fine di realizzare una piccola "Casa della carità", che verrebbe poi dedicata a San Giuseppe da Copertino, che proprio a Poggiardo venne ordinato sacerdote. L'intervento proposto, oltre a garantire una nuova collocazione e ridefinizione operativa dei servizi già attivi (centro di ascolto, sportello giuridico per immigrati, distribuzione alimentare, servizi a bassa soglia per indigenti...) con conseguente riorganizzazione delle attività di animazione e solidarietà dei vicariati interessati, intende implementarne altri di più significativi, identificati in base alla costante lettura del territorio: un ambulatorio medico (per anziani, famiglie in difficoltà, immigrati); un centro diurno per minori, con l'attivazione anche di laboratori; uno spazio di socialità per anziani; una mensa (in una prima fase aperta solo nei giorni festivi) per consentire alle persone sole di condividere un momento di fraternità almeno nei giorni di festa.

Casa Betania

Regione: Calabria

Diocesi: Mileto - Nicotera - Tropea

Località: Mileto VV

Ambito: Carità

Destinati: € 118.800

Anno: 2019

Il progetto, presentato per una sola annualità, consiste nella riqualificazione, strutturale e gestionale, della Casa Betania, in Mileto. Si tratta di un realtà sorta nel 1990 come centro diurno e successivamente casa di riposo per uomini ultra sessantacinquenni, ad opera di un’associazione di volontariato espressione delle parrocchie di Mileto. Recentemente l'associazione ha chiesto che la Diocesi provvedesse a rilevare la Casa di Riposo che ha provveduto attraverso un proprio braccio operativo, la Fondazione Opera di Religione della diocesi di Mileto (OPE.RE.M), che negli ultimi 5 anni ha provveduto a rilevare altre opere caritative fondate in ambito parrocchiale, per garantire sostenibilità e continuità a queste esperienze. Il progetto consiste: - nella ristrutturazione della Casa per gli anziani residenti; - nella realizzazione di una cucina professionale attraverso la quale provvedere anche alla preparazione di pasti da asporto per la consegna a domicilio ad anziani soli; - nel potenziamento delle attività di animazione in modo da garantire un servizio di socializzazione e aggregazione a tutti gli anziani del comune di Mileto.

Carità nuova 2018

Regione: Puglia

Diocesi: Oria

Località: Torre Santa Susanna BR

Ambito: Carità

Destinati: € 120.000

Anno: 2018

Il progetto parte dalla convergenza di alcuni bisogni registrati sul territorio diocesano e la possibilità di mettere in atto risorse già esistenti, che il progetto intende potenziare per la lotta alla povertà: la presenza di un elevato numero di famiglie al di sotto della soglia di povertà, o a rischio povertà, ed il fatto che spesso all'interno di queste famiglie si è riscontrata una presenza elevata di ragazzi e giovani poco attivi nella scuola, con forte tendenza alla dispersione scolastica, propensione alle dipendenze e a rischio criminalità. Le sedi principali del progetto sono due: la parrocchia dell'Unità Pastorale di Santa Maria e San Nicola in Torre S. Susanna e la parrocchia di S. Eligio in Francavilla Fontana. L'obiettivo principale è creare servizi per l'incontro e la socializzazione delle famiglie, la formazione e la prevenzione dei minori a rischio dispersione scolastica, permettendo alle due caritas parrocchiali di incontrare molti più ragazzi di quanto non facciano tuttora e migliorare la qualità del servizio offerto. Obiettivo secondario è il potenziamento delle due caritas parrocchiali impegnate nella realizzazione del progetto. In particolare in questa sede di Torre S. Susanna con la creazione di magazzino e centro distribuzione cibi e vestiario, così che si abbia la possibilità di intercettare un maggior numero di famiglie (e non solo di minori) e di andare incontro ad un altro bisogno emergente.      

Mi ritorni in mente. In buona salute - III anno

Regione: Calabria

Diocesi: Lamezia Terme

Località: Lamezia Terme CZ

Ambito: Carità

Destinati: € 40.000

Anno: 2018

Il progetto, proposto per la terza e quarta annualità, si realizza a Lamezia Terme, presso la Comunità Progetto Sud, e rafforza i servizi e il percorso di inclusione già avviato a beneficio di 20 persone con sofferenza mentale. Dopo il biennio dedicato alla integrazione socio sanitaria (principalmente attraverso lo Spazio Buona Salute, cogestito con il CIM di Lamezia) e all'inclusione nella comunità territoriale, le attività saranno principalmente finalizzate alla formazione professionale e all'inserimento lavorativo, in particolare in ambito agricolo e alimentare. Proseguiranno le attività di sensibilizzazione rivolte alle parrocchie (ed in particolare ai parroci, con specifici laboratori formativi) e alla comunità civile, e il potenziamento dello Spazio Buona Salute.

Ricolma di beni gli affamati - III anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Noto

Località: Scicli RG

Ambito: Carità

Destinati: € 8.000

Progetto presentato per la sola annualità 2018, a completamento del percorso triennale previsto. Si realizza a Scicli (RG), ove ha sede la Cooperativa Sociale Villaggio del Magnificat, e prevede la formazione e l'accompagnamento all'inserimento soci lavorativo in ambito alimentare di 9 persone (4 diversamente abili e 5 con problematiche comportamentali). Nelle prime due annualità i beneficiari hanno approfondito le regole di igiene alimentare, l realizzazione di ricette dolci e salate, la preparazione di cocktail, ma anche tematiche inerenti la socializzazione, il portamento e l'esecuzione corretta dei movimenti in sala. Con la terza annualità si prevede il coinvolgimento in attività mirate al potenziamento delle responsabilità individuali degli allievi, con lo svolgimento di 70 ore di esercitazioni guidate da esperti e 80 ore di tirocinio presso enti esterni, accompagnati da tutor della cooperativa.

Cibo per tutti - I anno (Spazio d'Angolo)

Regione: Piemonte

Diocesi: Torino

Località: Torino

Ambito: Carità

Destinati: € 140.000

Anno: 2018

Il progetto, proposto come biennale, si realizza a Torino, principalmente a beneficio di 100 persone senza dimora. Consiste principalmente in due attività: - rafforzare, coordinandole, le diverse attività e i progetti di recupero delle eccedenze alimentari, attraverso la realizzazione di una applicazione informatica che possa collegare donatori (soprattutto da esercizi medio piccoli) e donatori e rendere progressivamente disponibili a livello cittadino - coinvolgere, attivandole, 40 persone senza dimora, con il metodo autobiografico nella realizzazione di una pubblicazione sul diritto al cibo Nella seconda annualità si realizzerà un polo animativo diffuso per il contrasto allo spreco alimentare, presso le mense cittadine, con percorsi formativi e interventi mirati per le giovani generazioni, oltre che per la realizzazione di eventi finalizzati alla condivisione delle buone pratiche già in corso.

Giovani per il Terzo Settore - I anno

Regione: Piemonte

Diocesi: Torino

Località: Torino

Ambito: Carità

Destinati: € 140.000

Anno: 2018

Il progetto, proposto come biennale, si realizza nella città di Torino a beneficio di 30 giovani inoccupati, per i quali si prevede l'attivo coinvolgimento - in tirocinio formativo - in pratiche di service learning (il metodo didattico che unisce il volontariato per la comunità “service” e l’apprendimento “learning”): sia all’interno di enti del terzo settore (affinché questi ultimi possano offrire competenze a chi presta servizio), sia all’interno di contesti scolastici e universitari (affinché questi ultimi possano offrire occasioni di servizio ai propri studenti. Finalità del è quella di aumentare le prospettive di occupabilità dei beneficiari, rafforzando contestualmente le capacità degli operatori degli enti del terzo settore.

La speranza vede l'invisibile - I anno

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Teramo - Atri

Località: Teramo

Ambito: Carità

Destinati: € 130.000

Anno: 2018

Il progetto "La speranza vede l'invisibile, tocca l'intangibile e raggiunge l'impossibile", che ha come obiettivo primario quello di potenziare, attraverso la formalizzazione di un lavoro di rete con rappresentanti del mondo pubblico e privato, le opportunità occupazionali di tanti giovani NEET. Si intende offrire loro opportunità formative, occupazionali ed educative con uno sguardo aperto anche all'Europa. Parte integrante del progetto è anche l'attenzione alle famiglie con le quali da anni sono state avviate diverse azioni di prossimità e alle quali sono rivolti aiuti concreti in merito alle problematiche economiche, abitative, occupazionali ed educative. Operativamente: 1. Valorizzazione delle risorse territoriali attraverso la creazione di una rete con le Istituzioni pubbliche e private che operano nell'ambito della formazione, dell'orientamento, dell'educazione, dell'imprenditoria giovanile e non, della progettazione (Camera di Commercio, Università di Teramo, Anpal Servizi, Centro Europe direct Abruzzo, Pastorale Universitaria, Pastorale Famigliare, Pastora le del Lavoro, Pastorale Giovanile e Pastorale Scolastica); 2. Potenziare lo sportello di Ascolto e Orientamento del Caritas Point attraverso la presenza di professionisti qualificati nell'ambito delle politiche giovanili e nella costituzione d'impresa e delle politiche del lavoro; 3. Attivare corsi di formazione e d'informazione sulle varie opportunità offerte dalle Istituzioni per impiego, tirocini, stage e visite di studio... 4. Attivare corsi di formazione finanziaria ed economica (studio per la pianificazione d'impresa, bussines planning) che favoriscano occupazione attraverso forme di autoimpiego e corretti stili di vita; 5. Offrire un sostegno concreto attraverso l'attivazione di borse lavoro, borse di studio microcredito; 6.Potenziare il numero di progetti di alternanza scuola-lavoro e approfondire quelli già in corso; 6. Organizzare convegni e meeting per attività di promozione, studio, ricerca e pubblicazione di risultati raggiunti dal progetto; 7. Garantire sostegno al reddito ed supporto educativo al l'interno di famiglie fragili.

Con-tatto

Regione: Campania

Diocesi: Caserta

Località: Caserta

Ambito: Carità

Destinati: € 76.250

Il progetto si struttura in due percorsi paralleli: l'attivazione di un "Centro per la famiglia" e l'organizzazione di workshop formativi presso scuole medie e superiori del comune di Caserta e provincia. Il "Centro per la Famiglia" si rivolge alle famiglie "fragili, che vivono una qualsiasi forma di disagio, fornendo servizi di assistenza sociale, legale psicologica e mediazione familiare mediante l'organizzazione e gestione di gruppi di ascolto, attivazione di un numero dedicato, gestione di situazioni di crisi (disabilità, terza età, minori a rischio) sportello legale (separazione, divorzio, legislazione dei minori), psicoterapia e terapia riabilitativa personale e familiare, corsi di supporto alla genitorialità e di preparazione alla nascita e alla fase post-parto, supporto alle famiglie migranti. Presso la sede della Caritas verrà istituito un ufficio con postazioni fisse che serviranno a registrare le famiglie in difficoltà. A tutti coloro che hanno anche difficoltà economiche significative verranno consegnati degli aiuti materiali ( pagamento di bollette, pacchi alimentari, buoni libro). A coloro invece che sono impossibilitati a raggiungere la sede Caritas si erogheranno dei rimborsi spese. Inoltre, per tutte quelle coppie in evidente difficoltà nella gestione della propria genitorialità verranno erogati sussidi come pacchi di pannolini, giochi, medicinali. Per quel che riguarda i workshops temi riguarderanno l'integrazione e i diritti, la violenza di genere, comunicazione digitale, il bullismo e il cyberbullismo. Verrà istituito anche uno sportello d'ascolto. In ogni scuola saranno presenti di uno psicoterapeuta, un'operatrici per l'infanzia ed un coordinatrice. Verrà organizzata una campagna comunicazionale rivolta alle famiglie, al territorio, agli alunni. Si realizzerà un sito web dedicato ai temi legati alla famiglia. Alla fine dei due anni di lavoro verranno raccolte tutte le storie, gli interventi per la pubblicazione di un dossier.

Dalla passività del ricevere alla responsabilità dello scegliere - I anno

Regione: Piemonte

Diocesi: Ivrea

Località: Ivrea TO

Ambito: Carità

Destinati: € 45.000

Anno: 2018

Il progetto si sviluppa su tre attenzioni: A. MENSA: ampliamento della attività di distribuzione alimentare (non c’è preparazione pasti) attraverso una maggiore capacità di recuperare cibo (compreso il fresco) da amministrazioni e imprese del territorio, aprendosi anche alla possibilità di consegna a domicilio alle persone anziane e disagiate. B. MAGAZZINO / EMPORIO: attualmente la diocesi opera nella distribuzione degli alimenti secondo la logica di preparazione di borse che con cadenza regolare vengono distribuite alle 380 famiglie assistite selezionate attraverso colloqui con il CdA Diocesano / parrocchiale che gestisce il servizio. Il progetto mira a superare questo modello attraverso la gestione di Emporio in una azione educativa verso gli utenti del servizio. C. BILANCIO FAMILIARE: attraverso il progetto si intende individuare una serie di famiglie in situazioni di disagio tra quelle già assistite con interventi di sostegno al reddito per proporre un percorso di consapevolezza sui consumi e sulle spese domestiche, costruendo un Piano Individuale di sostegno, temporalmente concordato e condiviso, al fine di accrescere le loro capacità di responsabilizzazione e di gestione

CI SONO 16489 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Bologna

Voce del verbo accogliere, reinserimento sociale ex-detenuti.

Sovana (GR)

Restauro Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Roma

Piccolo Mondo, asilo nido multietnico.

Caprarola (VT)

Piccola casa della Misericordia, centro diurno per ragazzi disabili.

Tortolì (NU)

Microcredito, Caritas diocesana.

Piacenza

Mensa della Fraternità, Caritas diocesana.

Tortolì (NU)

Mensa Caritas.

Piacenza

Officina delle 4S, scuola di italiano per stranieri della Caritas diocesana.

Ales Terralba (OR)

Marcia della Pace.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?